Eni è partner principale della 23° edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e America Latina, dal 4 al 10 maggio, a Milano.
La manifestazione, appuntamento ormai storico per gli appassionati del cinema del "sud del mondo", rappresenta per Eni il sostegno della cultura e dell’arte di questi paesi.
Nell’ambito del programma del Festival, due sono i premi intitolati a Eni:

  • Concorso Lungometraggi Finestre sul Mondo, riconoscimento alla migliore fiction proveniente dai tre continenti
  • Concorso Cortometraggi Africani, che premia brevi fiction o documenti realizzati da registi emergenti provenienti dall’Africa


Eni nell’ambito della giornata dedicata al Mozambico, presenterà il film La nostra Africa prodotto dall’Archivio Eni nel 2012 e diretto dalla documentarista Marta Musso.

La storia della presenza del cane a sei zampe viene raccontata tramite la voce dei suoi protagonisti, grazie al materiale di registi come Bernardo Bertolucci e Gilbert Bovay, che negli anni hanno raccontato le attività Eni in Africa, tra le lotte per la fine del colonialismo e l’impegno a superare con la cooperazione i gravi problemi strutturali del continente.

Eni, inoltre, organizzerà presso la Casa del Pane il progetto espositivo Nero su Bianco ideato per raccontare la storia dell’azienda, fatta di ricerche ed esplorazioni nel mondo: materiali dell’Archivio Eni, testimonianze, immagini, oggetti, documenti, che gli uomini e le donne di Eni hanno prodotto, raccolto e collezionato nei loro viaggi.

Il sostegno al Festival del Cinema Africano è un’occasione per sottolineare il valore del dialogo e dello scambio culturale, per l’affermazione di nuove forme di collaborazione e di amicizia nel mondo.

Back to top