Il Progetto Salute nasce nel 1992 con lo scopo di offrire gratuitamente, con cadenza annuale, ai dipendenti e pensionati eni presenti in Sicilia, nelle aree della Regione coinvolte dall'iniziativa, un programma per la prevenzione di alcune patologie tumorali volto a individuare in fase pre–clinica l'insorgere di eventuali malattie neoplastiche.

Priolo, 20 aprile 2012 - Riparte il Progetto Salute di Eni. Riparte insieme all'Azienda Sanitaria Provinciale (ASP) di Siracusa da Priolo, dal Cerica ( Centro ricerche ambientali ). Il 20 aprile, all'inaugurazione dei nuovi ambulatori e al riavvio del Progetto saranno presenti il Presidente della Regione Sicilia, Raffaele Lombardo, il Presidente della Provincia, Nicola Bono, il Sindaco di Priolo, Antonello Rizza, il dirigente della ASP di Siracusa, Franco Maniscalco, i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl, Uil e Ugl, le autorità nazionali e regionali. La manifestazione sarà aperta dal dr. Gerardo Cancanelli, Responsabile Promozione Salute di Eni

 Il Progetto Salute nasce nel 1992 con lo scopo di offrire gratuitamente, con cadenza annuale, ai dipendenti e pensionati eni presenti in Sicilia, nelle aree della Regione coinvolte dall'iniziativa, un programma per la prevenzione di alcune patologie tumorali volto a individuare in fase pre–clinica l'insorgere di eventuali malattie neoplastiche. Lo screening riguarda le patologie del colon-retto, della prostata, della mammella, dell'utero, del testicolo, della vescica, della tiroide e della cute, per le quali è suggerita un'anticipazione diagnostica.

L'ASP metterà a disposizione una segreteria per gestire il calendario degli appuntamenti, contattare tutti i fruitori del Progetto Salute, riprogrammare i controlli e richiamare coloro che necessiteranno di ulteriori approfondimenti.
Il Progetto Salute è stato gestito direttamente da Syndial presso il Centro Sanitario dello stabilimento di Priolo fino al 2009. In seguito all'esternalizzazione dell'attività, Eni e l'ASP hanno definito un contratto per la riattivazione del Progetto e di tutte le attività sanitarie precedentemente erogate.

Per la realizzazione del nuovo Progetto, Syndial ha ceduto a titolo gratuito alla ASP di Siracusa tutte le importanti apparecchiature utili ai fini degli screening oncologici, compresa quella per l'effettuazione della mammografia, nonchè gli arredi del Centro Sanitario.

Eni ha dichiarato la propria disponibilità affinché il Comune di Priolo, in accordo con l'ASP,  possa fruire (negli orari pomeridiani) delle prestazioni di eccellenza del Progetto per tutti i cittadini che ne faranno richiesta. 

Back to top