San Donato Milanese (Milano), 10 dicembre 2013 –Eni inaugurerà oggi al Bryant Park di New York le due statue The Guardians: Hero and Superhero, alte circa 4 metri e create dal celebre architetto e designer italiano Antonio Pio Saracino. Hero è un dono dell’Italia agli Stati Uniti da parte della Farnesina, dell’Ambasciata italiana di Washington DC, e del Consolato Generale d’Italia a New York, con il supporto di Eni. Superhero, invece, è un progetto commissionato dall’Equity Office.

The Guardians rappresenta due guardiani simbolici della città di New York e incorpora il tentativo del designer di combinare le composizioni architettoniche create in forma digitale con un messaggio di resistenza e innovazione potente e senza tempo. Hero, una reinterpretazione in marmo da 3,6 tonnellate del David di Michelangelo, guardiano della città di Firenze, e la sua controparte, Superhero, un’icona del presente in acciaio inossidabile da 6,8 tonnellate, sono state posizionate alle estremità nord e sud della piazzetta al 1095 di Avenue of Americas, in Bryant Park, tra 41st e 42nd Street. Eni è orgogliosa di offrire il suo supporto a The Guardians, un’installazione permanente che crea un nuovo punto di riferimento nel centro di Manhattan.

Questa installazione fa parte delle iniziative supportate da Eni in occasione dell’Anno della cultura italiana negli USA, di cui Eni è Corporate Ambassador. Prima di The Guardians, l’Azienda è stata partner dell’esposizione del capolavoro tardo-ellenistico Pugilatore in riposo (Boxer at Rest) al Metropolitan Museum a New York, e del concerto dei Cameristi della Scala al MIT di Boston, che hanno eseguito le "Fantasie dalle opere di Verdi". Questa performance, oltre a essere stata la prima tappa del tour americano dei Cameristi della Scala, ha anche celebrato il rinnovo della partnership di ricerca tra Eni e MIT. L’orchestra si è successivamente esibita a Providence (Brown University), Washington (Ambasciata Italiana), New York (Carnegie Hall) e Miami. Eni è anche uno dei partner principali della mostra Il Principe di Niccolò Machiavelli e il suo tempo (1513-2013), già in programma a novembre presso l’Ambasciata italiana a Washington DC, e fino al 6 gennaio 2014 all’Istituto Italiano di Cultura di New York. Il sostegno alle iniziative culturali è da sempre un tratto distintivo di Eni, il cui motto, "cultura dell’energia, energia della cultura", descrive il suo impegno nella promozione di eventi artistici e culturali a livello mondiale.

 

Eni negli Stati Uniti
La presenza di Eni negli USA risale al 1962, quando venne costituita Agip Usa Inc. con lo scopo di favorire l'acquisto di materiali di interesse per Eni negli USA. Eni dal 1995 è quotata al New York Stock Exchange. Eni ha recentemente firmato un accordo con Quicksilver Resources per valutare, esplorare e sviluppare congiuntamente giacimenti di olio non convenzionale (shale oil) nell’onshore degli Stati Uniti. In particolare, Eni parteciperà con la quota del 50% in un’area di 21.246 ettari detenuta da Quicksilver nella Leon Valley, situata nel Pecos County (Texas occidentale), circa 800 chilometri a ovest di Houston.In Alaska inoltre Eni è operatore del campo di Nikatchuq, e detiene una quota del 30% nel campo di Oooguruk, in produzione dal 2008. La produzione netta attuale di Eni negli USA è di oltre 90.000 barili di olio equivalente al giorno, di cui il 70% in qualità di operatore.

Back to top