Mantova, 9 settembre 2011 - Nell'edizione di quest'anno del Festivaletteratura, Eni dedica un evento speciale alla figura di Attilio Bertolucci, a 100 anni dalla sua nascita; sabato 10 settembre, alle ore 11.30, presso il Cortile della Cavallerizza, verrà presentato il nuovo volume di "Inedita energia" che racchiude gli scritti di critica d'arte del poeta.
L'incontro vedrà la partecipazione dei figli Bernardo e Giuseppe Bertolucci, entrambi registi e sceneggiatori, nonché parte della stessa troupe scelta da Eni per realizzare nel 1967 il celebre documentario "La via del petrolio". Sarà un'occasione preziosa per riflettere sul ruolo determinante de "Il Gatto Selvatico" al dibattito tra cultura e impresa negli anni del boom economico. L'incontro tra i due Bertolucci sarà coordinato da Corrado Augias, scrittore e giornalista, mentre l'attrice teatrale Lella Costa, habitué della kermesse mantovana, presterà la sua voce alla lettura di alcuni brani tratti dalle lezioni di storia dell'arte.
Bertolucci, scelto da Enrico Mattei come direttore del primo house organ aziendale, "Il Gatto Selvatico", rivista a metà strada tra approfondimento e divulgazione, cultura e mediazione sociale, seppe raccogliere attorno a sé un circolo di scrittori e intellettuali di altissimo valore, tra cui Carlo Emilio Gadda, Natalia Ginzburg e Leonardo Sciascia. I testi, dal taglio fortemente divulgativo, rappresentano una sintesi puntuale e appassionata dei principali protagonisti e movimenti dai maestri del passato (Giotto, Leonardo, Caravaggio) fino alle avanguardie del Novecento. In piena "crisi di ispirazione" dopo la scarsa considerazione di Prima della rivoluzione Bernardo riceve da Mattei il compito di girare un documentario in tre puntate che tracci la storia dell'oro nero, La via del petrolio. Nasce nel 1967 un capolavoro della storia del cinema, unico documentario girato dal maestro nel corso della sua attività, restaurato da Eni e Cineteca Nazionale nel 2007 in occasione della consegna del Leone d'Oro alla carriera della Mostra del cinema di Venezia, recentemente distribuito da Feltrinelli nella collana Real Cinema. Anche il fratello di Bernardo, Giuseppe, partecipa alla spedizione iraniana in qualità di direttore della produzione, esperienza che lo segnerà profondamente nel corso delle sue future esperienze filmiche, molte delle quali afferenti proprio al genere documentario (da Berlinguer ti voglio bene, 1977 a Pasolini prossimo nostro, 2006).
Anche quest'anno Eni rinnova il proprio sostegno al Festivaletteratura di Mantova, nell'ormai consolidata tradizione di vicinanza alla città e in linea con la strategia di promuovere eventi culturali capaci di coniugarne la natura di grande impresa energetica con il tessuto sociale e culturale delle comunità in cui opera.

Eni: al Festivaletteratura di Mantova omaggio ad Attilio Bertolucci a 100 anni dalla sua nascita - Eni

Back to top