"L'energia di eni per un dialogo senza confini"

Potenza, 8 giugno 2012 – Si è tenuta oggi a Potenza, presso il Teatro Stabile, la cerimonia di premiazione dell'iniziativa internazionale eni schoolnet, edizione 2011-2012, promossa da eni e rivolta alle scuole secondarie di primo grado della Val d'Agri, Val Camastra e Val Basento, e di altre regioni in Paesi nei quali eni opera: Angola, Alaska, Australia, Indonesia, Norvegia, Pakistan, Timor Est, Tunisia e – da questa edizione - Venezuela. La cerimonia ha visto la partecipazione degli alunni lucani e, in conferenza video, di quelli di tutte le altre nazioni coinvolte.

Quest'anno il tema è stato "Il gioco: raccogli testimonianze dei giochi diffusi nella tua regione, nel passato e nel presente. Rifletti sulla loro importanza per la comunità e su come siano strumenti utili per trasmettere regole e comportamenti corretti". Filo conduttore dei lavori è stato, dunque, il gioco, occasione di socializzazione e di apprendimento, che stimola la curiosità, l'ingegno, la manualità, la creatività e parallelamente abitua alla competizione, alla riflessione e al rispetto delle regole. Attraverso la ricerca dei giochi tradizionali sono state riscoperte tradizioni e usanze delle rispettive comunità e si è potuto riflettere sulle diverse modalità di divertimento diffuse oggi tra i giovani. All'iniziativa hanno partecipato circa 1300 ragazzi, per un totale di 47 elaborati.

In questa quinta edizione, la giuria internazionale ha assegnato il primo Premio internazionale per il "Miglior elaborato" a Timor Est, per il lavoro "Popular Games from Ancestor Time till Now Days". Per la scuola Ensino Basico Centro 3° Ciclo "Santo Francisco Xavier", il premio consisterà in un viaggio di una settimana in Italia.

Nella categoria premi nazionali, per l'Italia, il primo premio è stato assegnato alla Scuola Secondaria di Primo Grado - Istituto Comprensivo "L. De Lorenzo" di Viggiano, classe I B, per il lavoro "Momenti di gioco rubati". Menzioni speciali, invece, per la l'Istituto Comprensivo "G. Castronuovo" di Sant'Arcangelo, classi IIIA, IC, IIIC, per il lavoro "Il gioco non ha età" e per l'Istituto Comprensivo di Marsico Nuovo, classi IB, IIB, IIIB, per il lavoro "I giochi... senza tempo".

Eni ha premiato con materiale didattico gli istituti vincitori di tutte le nazioni partecipanti, mentre a tutti i ragazzi è stato assegnato un premio di partecipazione. Gli elaborati delle scuole sono visionabili sul sito www.schoolnet.eni.it

Schoolnet è un'occasione per abbattere le barriere fra nazioni, per conoscere meglio i ragazzi di altri paesi, il contesto e le tradizioni che li circondano. Da 10 anni eni propone ai ragazzi delle scuole della Val d'Agri, Val Camastra e Val Basento iniziative per promuovere il dialogo tra gli istituti e l'approfondimento di tematiche relative al territorio lucano. A partire dall'anno scolastico 2007-2008 l'iniziativa è stata estesa ad altri Paesi dove eni opera, per valorizzare ambienti e contesti culturali diversi e ampliare le possibilità di dialogo tra i ragazzi.

L'iniziativa è realizzata da eni con il patrocinio del Ministero della Pubblica Istruzione, Ufficio Scolastico Regione Basilicata, la Regione Basilicata e con le istituzioni e dipartimenti dell'Educazione dei diversi Paesi coinvolti.

Schoolnet è uno dei progetti promossi da  eniscuola, la cui attività, iniziata nella metà degli anni ottanta e potenziata nel 2000 con la creazione del portale eniscuola, ha avuto il suo riconoscimento ufficiale da parte del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, il 7 luglio 2010, con la firma di un protocollo di intesa. Oggi, eniscuola è sinonimo di multimedialità, didattica digitale e interazione, attraverso un sito - www.eniscuola.net - ricco di risorse utili sia ai docenti che agli studenti.

Back to top