ns-coral-sul-FNGL.jpg

Eni, attraverso il progetto Coral South, forma giovani mozambicani per l’avvio di Coral-Sul FLNG

01 giugno 2021
3 min di lettura
01 giugno 2021
3 min di lettura

Maputo (Mozambico), 1 giugno 2021 – A nome dei partner dell’Area 4, Eni annuncia che undici giovani ingegneri mozambicani sono partiti oggi per la Corea del Sud, per seguire un programma di formazione professionale di sei mesi, parte della formazione intensiva realizzata nell’ambito del progetto Coral South. Le attività didattiche coprono un ampio ventaglio di tematiche Oil & Gas e sono state sviluppate per rispondere al bisogno di professionisti qualificati in Mozambico. Un secondo gruppo di quattordici mozambicani inizierà a fine giugno il proprio percorso di formazione presso uno stabilimento a gas in Tunisia, ed è già pianificata la partenza di altri gruppi nei prossimi mesi.

I tirocinanti, laureati di recente a Maputo e Pemba, fanno parte del “Programma 200” avviato da Eni nel 2014 per facilitare e incrementare la partecipazione di risorse nazionali ai propri progetti.

Gli ingegneri partiti oggi sono tra i 40 selezionati nel 2019 e 2020 in vari istituti di formazione a Maputo e Pemba. Dopo i primi corsi in presenza di lingua inglese e fondamenti dell’Oil & Gas e GNL, la formazione si è incentrata su tematiche specifiche quali salute e sicurezza, marittimo/navale, manutenzione e servizi tecnici di laboratorio, erogate da Eni Corporate University (ECU). Le attività di formazione sono state modificate per rispettare le misure di sicurezza contro il Covid-19 pur assicurando qualità e continuità dell’insegnamento.

I tirocinanti sono ora in viaggio per Geoje, in Corea del Sud, dove è in corso la costruzione della Coral-Sul FLNG, e dove avverranno le attività di formazione sul campo e di familiarizzare con l’impianto di liquefazione galleggiante. Durante la permanenza all’estero, i tirocinanti saranno coinvolti nelle attività operative, in modo da essere pronti a unirsi al progetto quando inizieranno le operazioni di Coral South in Mozambico nel 2022.

Questa iniziativa mira a incrementare il contenuto locale e lo sviluppo delle competenze in Mozambico, ed è parte dell’impegno di Eni per contribuire allo sviluppo sociale ed economico delle comunità e dei paesi nei quali opera.

Eni è l’operatore del progetto Coral South per conto dei partner dell'Area 4, ovvero Eni, ExxonMobil, CNPC, Galp, KOGAS and Empresa Nacional de Hidrocarbonetos E.P.

Il progetto Coral South metterà in produzione le considerevoli risorse a gas del giacimento di Coral, scoperto da Eni nel 2012, tramite sei pozzi in acque ultra profonde circa 2.000 metri, che alimenteranno tramite un sistema flessibile la Coral Sul FLNG, attualmente in costruzione in Corea del Sud. La FLNG salperà entro la fine del 2021, e l’inizio della produzione di gas è previsto per il 2022.

Eni Rovuma Basin BV è l’operatore delegato alla guida del progetto Coral South, alla costruzione e alle operazioni degli impianti upstream nell’Area 4, nel bacino del Rovuma nell’offshore del Mozambico settentrionale.

Coral FLNG SA è una società veicolo fondata in Mozambico dai partner di Area 4, al fine di gestire la Coral-Sul FLNG.