Overview

Stati Uniti
In questo approfondimento:

  • le principali attività di Eni legate al settore E&P nel Golfo del Messico, in Alaska e nel Texas
  • le attività del settore G&P per cui Eni ha siglato un'alleanza strategica con Quicksilver Resources Inc.
  • la presenza di Eni, in ambito R&M, nel mercato dei lubrificanti
  • le sedi e i contatti societari di Eni negli Stati Uniti

Exploration & Production

Eni è presente negli Stati Uniti dal 1968 e opera nel Golfo del Messico, Alaska e nell’onshore del Texas. La superficie sviluppata e non sviluppata si estende per 2.317 chilometri quadrati (1.186 chilometri quadrati in quota Eni). Nel 2016 la produzione di petrolio e gas in quota Eni è stata di 93 mila boe/giorno.

Le attività di esplorazione e produzione di Eni negli Stati Uniti sono regolate da contratti di concessione .

 

Golfo del Messico

Eni partecipa in 84 blocchi di esplorazione e sviluppo nell’offshore profondo convenzionale del Golfo del Messico, di cui 44 come operatore.

Produzione I principali giacimenti operati sono Allegheny e Appaloos (Eni 100%); Pegasus (Eni 85%); Longhorn, Devils Towers e Triton (Eni 75%). Inoltre Eni partecipa nei giacimenti non operati di Europa (Eni 32%), Hadrian South (Eni 30%), Medusa (Eni 25%), Lucius (Eni 8,5%), K2 (Eni 13,4%), Frontrunner (Eni 37,5%) e Heidelberg (Eni 12,5%).

Nel corso dell’anno è stato conseguito:

  • l’avvio produttivo del progetto Heidelberg nell’offshore profondo del Golfo del Messico, con una produzione attuale di circa 3 mila boe/giorno in quota Eni. Nel corso del 2017 è previsto il completamento delle attività di sviluppo pianificate;
  • il completamento e conseguente start-up della Fase 2 del programma di sviluppo del campo di Lucius, che ha portato il livello produttivo a 100 mila boe/giorno (8 mila in quota Eni); e (iii) lo start-up produttivo del pozzo Devil’s Tower South-West nell’ambito dello sviluppo del giacimento operato Devil’s Tower, con una produzione di circa 2 mila boe/giorno.

Texas

Produzione.
La produzione è fornita essenzialmente dall’area Alliance (Eni 27,5%), nel bacino di Fort Worth, asset acquisito a seguito dell’accordo con Quicksilver, contenente riserve di gas non convenzionale (shale gas). La produzione nell’anno è stata pari a oltre 4 mila boe/giorno in quota Eni.

Alaska

Eni partecipa in 43 blocchi di esplorazione e sviluppo con quote comprese tra il 30% e il 100%, dei quali 27 operati.
Produzione I principali giacimenti sono Nikaitchuq (Eni 100%, operatore) e Oooguruk (Eni 30%) con una produzione complessiva pari a circa 24 mila barili/giorno in quota Eni nel 2016.

Gas & Power

Nel maggio del 2009 Eni ha firmato un'alleanza strategica con Quicksilver Resources Inc., produttore indipendente di gas naturale negli USA, per l'acquisizione di una quota del 27,5% nell’area Alliance, localizzata fra le città di Fort Worth e Dallas nel Texas settentrionale. L'area si estende all'incirca per cinquantatré chilometri quadrati con la produzione di gas non convenzionale proveniente dalle argille (gas shale) della formazione Barnett Shale del bacino di Fort Worth. Il gas è situato a una profondità media di circa 2.300 metri. Quicksilver manterrà il 72,5% e l'operatorship delle proprietà comprese nell’area Alliance. L'alleanza con Quicksilver prevede uno scambio di tecniche e know how tra le due compagnie, in particolare per quanto riguarda le tecnologie relative alla perforazione, al completamento dei pozzi e alla geofisica. Eni avrà inoltre diritto a una partecipazione pari al 27,5% in future licenze addizionali che Quicksilver potrà acquisire in un’area di reciproco interesse intorno ad Alliance, che si estende per oltre mille chilometri quadrati.

Impianti di liquefazione del gas naturale (GNL) nel terminale di Cameron

Nel terzo trimestre del 2009 è entrato in esercizio il terminale di rigassificazione di Cameron realizzato a diciotto miglia dal Golfo del Messico lungo il Calcasieu Channel in Hackaerry, in Louisiana. In considerazione delle mutate condizioni del mercato, a marzo del 2010 Eni ha ridefinito con la società americana Cameron LNG alcuni aspetti dell’accordo originario stipulato nel 2005. Il contratto prevede che Eni abbia a disposizione complessivamente circa 5,7 miliardi di metri cubi all’anno e uno stoccaggio dedicato pari a circa 160mila metri cubi di GNL, elementi che consentiranno a Eni di disporre di una maggiore flessibilità nello sfruttare la stagionalità della domanda. Uno degli obiettivi dell’operazione resta la commercializzare in Nord America delle proprie riserve di gas naturale in fase di sviluppo in Africa. In particolare il progetto Brass di sviluppo delle riserve di gas Eni in Africa Occidentale destinate al terminale di Cameron è stato riprogrammato con start-up atteso nel 2017.

Terminale di Pascagoula

Nell’ambito del progetto upstream per la realizzazione di un impianto di liquefazione da 5,2 milioni di tonnellate di GNL (equivalenti a circa 7,3 miliardi di metri cubi/anno) in Angola e destinato al mercato nord americano, Eni ha sottoscritto con la società Gulf LNG un contratto della durata di vent’anni (2011-2031) per l’acquisto di una quota pari a circa 5,8 miliardi di metri cubi all’anno della capacità di rigassificazione del terminale di Pascagoula in Mississippi. Il terminale ha avviato le attività nel quarto trimestre del 2011, mentre il progetto upstream in Angola di sviluppo delle riserve gas ad esso destinate non è ancora partito. Allo stesso tempo Eni Usa Gas Marketing Llc ha sottoscritto un contratto ventennale di acquisto di circa 0,9 miliardi di metri cubi all’anno di gas rigassificato a valle del terminale da Angola Supply Services, società controllata dagli stessi azionisti di Angola LNG.

Nel 2016 i flussi approvvigionati di gas equity che derivano dalle produzioni degli Stati Uniti sono stati pari a 1,4 miliardi di metri cubi. La produzione giornaliera di gas naturale è stata pari a 5,3 milioni di metri cubi.

Le vendite Eni di gas negli Stati Uniti sono state pari a 0,30 miliardi di metri cubi.

Refining & Marketing

Eni USA Refining & Marketing Co. Inc. (già American Agip Co. Inc.) è stata costituita nel 1987. Attualmente la società è attiva nella produzione e commercializzazione di lubrificanti. Dispone in particolare di un impianto di blending a Cabot, in Pennsylvania. La gamma dei prodotti venduti include lubrificanti di alta qualità per autotrazione (a specifica API, ACEA & OEM), per heavy duty diesel, grassi, lubrificanti per industria e marina. L'attività commerciale, nei mercati degli USA e del Canada, è realizzata sia con vendite dirette a clienti finali, sia tramite una rete di distributori. La società, tradizionalmente concentrata nelle aree geografiche del Nord Est degli USA, del Quebec e dell’Ontario, sta espandendo la sue vendite anche in altre regioni, con nuovi distributori.

 

Sedi e contatti

Eni Corporate (Ufficio di rappresentanza)
485, Madison Avenue, 6° piano,
New York, N.Y. 10022
Tel. +1 646-264- 2250

Refining & Marketing
Eni USA R&M Co. Inc.
485 Madison Avenue, 6° piano,
New York , NY 10022
Tel. +1 646 264-2100

Exploration & Production
Eni US Operating Co. Inc.
1200 Smith Street
Suite 1700, Houston
Texas 77002

Eni Trading & Shipping
Eni Trading & Shipping Inc.
1200 Smith Street, Suite 1707
Houston
Texas 77002
Tel. +1 713 393 6100

Eni Representative Office
Washington DC
601 13th street
South Lobby - 4° piano- Suite 430
Washington, DC 20005 
Tel. +1 (202) 733-3667
Mob. +1 (832) 289-6832

Link esterni

Back to top