Overview

La vendita di prodotti petroliferi nel 2016
In questo approfondimento:

  • un quadro della distribuzione di prodotti petroliferi in Italia, in Europa e nel mercato extrarete
  • la tabella con i dati sui mercati di vendita

La distribuzione dei prodotti petroliferi: key fact del 2016

Le vendite di prodotti petroliferi (33,41 milioni di tonnellate) sono diminuite di 1,83 milioni di tonnellate rispetto al 2015, con una diminuzione pari al 5,2%, per effetto principalmente della cessione delle attività in Repubblica Ceca e Slovacchia, finalizzate nel luglio 2015, nonché della Slovenia e dell’Ungheria nel corso del secondo semestre 2016.

Vendite sulla rete Italia: key fact del 2016

Le vendite sulla rete in Italia (5,93 milioni di tonnellate) sono in leggera diminuzione rispetto al 2015 (circa 30 mila tonnellate, -0,5%) per effetto del calo delle vendite nel segmento autostradale, compensate da una lieve crescita sulla rete di proprietà. L’erogato medio riferito a benzina e gasolio (1.551 mila litri) ha registrato una diminuzione di circa 20 mila litri rispetto al 2015. La quota di mercato media del 2016 è del 24,3% in flessione di 0,2 punti percentuali rispetto al 2015 (24,5%). Al 31 dicembre 2016 la rete di distribuzione in Italia è costituita da 4.396 stazioni di servizio con un decremento di 24 unità rispetto al 31 dicembre 2015 (4.420 stazioni di servizio) per effetto della chiusura di impianti a basso erogato (27 unità), compensato dal saldo positivo tra aperture e risoluzioni di contratto di convenzionamento (3 unità).

Vendite rete nel Resto d’Europa: key fact del 2016

Le vendite rete nel Resto d’Europa pari a 2,66 milioni di tonnellate hanno registrato una flessione del 9,2% rispetto al periodo di confronto. Tale risultato riflette essenzialmente la cessione delle attività in Repubblica Ceca e Slovacchia, finalizzate nel luglio 2015, nonché della Slovenia e dell’Ungheria nel corso del secondo semestre 2016. Tali effetti sono stati parzialmente compensati dai maggiori volumi commercializzati in Francia, Austria e Germania. A struttura omogenea, escludendo l’effetto delle citate dismissioni nell’Europa dell’Est, le vendite evidenziano un leggero incremento (+1%). Al 31 dicembre 2016 la rete di distribuzione nel Resto d’Europa è costituita da 1.226 stazioni di servizio, con un numero di distributori in calo di 200 unità rispetto al 31 dicembre 2015 per effetto principalmente delle sopra citate dismissioni. L’erogato medio (2.340 mila litri) è aumentato di 68 mila litri rispetto al 2015 (2.272 mila litri).

Vendite sul mercato extrarete e altre vendite: key fact del 2016

Le vendite extrarete in Italia pari a 8,16 milioni di tonnellate hanno registrato una crescita di circa 0,32 millioni di tonnellate, pari al 4,1% rispetto al 2015 per effetto dei maggiori volumi commercializzati di jet fuel, gasoli e benzine in parte compensati dalle minori vendite di bunker. Le vendite extrarete nel resto d’Europa, pari a 3,18 milioni di tonnellate, sono diminuite del 17% rispetto al 2015 per effetto delle citate dismissioni nell’Europa dell’Est. A struttura omogenea, le vendite sono sostanzialmente in linea con l’esercizio precedente. Le vendite al settore Petrolchimica (1,02 milioni di tonnellate) sono in riduzione del 12,8%. Le altre vendite in Italia e all’estero (12,03 milioni di tonnellate) sono diminuite di circa 1,05 milioni di tonnellate, pari all’8%, per effetto delle minori vendite ad altre società petrolifere.

La tabella con i dati sui mercati di vendita

Refining & Marketing - Attività per paese - MERCATI DI VENDITA
 Vendite rete
(mgl ton)
Numero stazioni di servizio
(numero)
Erogato medio
(mgl litri)
Quota di mercato
(%)
Capacità di raffinazione bilanciata
(mgl bbl/g)
Austria 663 318 2.557 12,4  
Francia 304 156 2.360 0,9  
Germania 1.260 472 3.325 3,3  
Italia 5.933 4.396 1.551 24,3 488
Repubblica Ceca - (*) - 0,0  
Slovacchia - (*) - 0,0  
Slovenia 15 - 1.709 2,2  
Svizzera 277 280 1.245 8,3  
Ungheria 141 - 1.592 12,1  
(*) Impianti ceduti nel luglio 2015
Back to top