Eni è una delle sei imprese al mondo ad aderire alla fase pilota del UN Global Compact LEAD Board Programme, un programma dedicato ai Consigli di Amministrazione delle aziende per sviluppare al loro interno una maggiore consapevolezza in materia di sostenibilità.

La partecipazione di Eni al programma permette all’azienda di essere all’avanguardia nello sviluppo di strumenti utili ad assicurare che lo sviluppo sostenibile diventi parte della gestione di un impresa, anche per i vertici del management.

Il coinvolgimento del CdA di eni

Il programma in Eni ha previsto il diretto coinvolgimento di Robert G. Eccles, professore di Management Practice presso la Harvard Business School, che ha avuto il compito di facilitare la discussione con le nove donne e uomini che compongono il consiglio di amministrazione.

Il primo modulo si è tenuto il 29 ottobre 2014 e il secondo è previsto per la primavera del 2015. Per i vertici di Eni, l’esperienza è stata molto più che una semplice "board induction" per introdurli alla realtà dell’azienda. E’ stata una sessione strategica che ha consentito di evidenziare l’alto impegno del Consiglio di Amministrazione sulla sostenibilità e di discutere gli aspetti di sostenibilità più rilevanti per l’azienda.

Cos’è il LEAD Board Programme?

Il programma nasce sotto l’egida di UN Global Compact LEAD, per volere del Segretario Generale delle Nazioni Unite Ban Ki-Moon che ha chiesto di sviluppare un programma dedicato ai consigli di amministrazione sui temi della sostenibilità: "è necessario che tutti i consigli di amministrazione mettano la sostenibilità al centro della propria agenda. Vi incoraggio a contribuire nel mostrare il potere che hanno i consigli di amministrazione nel promuovere il valore della sostenibilità aziendale."

Il LEAD Board Programme ha l’obiettivo di sviluppare nel Consiglio di Amministrazione delle imprese una più forte consapevolezza in materia di sostenibilità.

Il programma prevede due moduli formativi che attraverso una survey e delle interviste al top management vengono preparati e studiati appositamente per l’impresa coinvolta. Il primo modulo ("La materialità della sostenibilità") è volto a rafforzare la consapevolezza del CdA circa l’importanza della sostenibilità nella sua strategia e nel business dell’impresa. Il secondo modulo ("Il ruolo del board") ha l’obiettivo di spiegare e discutere come integrare l’attenzione alla sostenibilità nelle responsabilità del Consiglio di Amministrazione.

Approfondimenti:

Back to top