Il premio internazionale, giunto quest’anno alla 5° edizione, è stato assegnato dalla società di consulenza Lundquist a Torino e ha visto la partecipazione delle aziende, italiane ed europee, che meglio hanno comunicato online la sostenibilità e utilizzato il web per attivare un dialogo con i propri stakeholder.

I CSR Online Awards sono suddivisi in cinque categorie, rispettivamente dedicate alle prime 100 società quotate europee e alle principali società di 4 Paesi europei: Germania, Italia, Paesi Nordici e Svizzera.

La quinta edizione della CSR Online Awards ha valutato la comunicazione della sostenibilità online di 252 aziende europee. Eni, con 71,50 punti su un massimo di 100, è al quarto posto nella classifica primeggiata da Centrica, Telecom Italia e Unilever.

I criteri di valutazione introdotti quest'anno sono risultati particolarmente sfidanti per tutte le aziende ed hanno portato il punteggio medio europeo a scendere da 50 a 44,2 punti.

Nel dettaglio della classifica Italiana, quest’anno estesa alle prime 100 società quotate e non quotate, Eni si è classificata al terzo posto dietro a Telecom e Gruppo Hera.

L’edizione italiana della ricerca CSR Online Awards 2012, rivela una mancanza di apertura da parte delle aziende nell’utilizzo dei canali digitali per il coinvolgimento dei propri stakeholder su tematiche sociali e ambientali. L’analisi effettuata sulle aziende rivela che, da una parte, buona parte delle maggiori aziende italiane non pubblica un bilancio CSR e, dall’altra, non tengono il passo dell’evoluzione del web.

Gli aspetti più deboli della comunicazione CSR in Italia riguardano l’interattività (uso di social media, blog, RSS, podcast, ecc.) e la comunicazione visuale, che comprende l’uso di video, immagini e grafici interattivi.

Back to top