Decisa dalla Giuria scientifica presieduta da Piergiorgio Odifreddi la cinquina finalista del Premio letterario Galileo per la divulgazione scientifica 2012.

Il Premio Galileo per la divulgazione scientifica, giunto ormai alla sua sesta edizione, riprende lo stile e le modalità del Premio Campiello per la letteratura.

Piergiorgio Odifreddi – vincitore dell'edizione 2011 – ha coordinato, in qualità di Presidente, i lavori della Giuria scientifica, che, con votazione pubblica e a maggioranza, ha scelto le cinque opere finaliste.

Ecco la cinquina selezionata dalla Giuria scientifica:

  • Gian Francesco Giudice, Odissea nello zeptospazio, Un viaggio nella fisica dell'LHC, 2011, Springer.
  • Telmo Pievani, La vita inaspettata. Il fascino di un'evoluzione che non ci aveva previsto, 2011, Raffaello Cortina.
  • Carlo Alberto Redi, Il biologo furioso. Provocazioni d'autore tra scienza e politica, 2011, Sironi.
  • Niccolò Guicciardini, Newton, 2011, Carocci.
  • Alex Bellos, Il meraviglioso mondo dei numeri, 2011, Einaudi.

La parola passa ora agli oltre 2500 ragazzi delle scuole 110 superiori di tutta Italia.

Gli studenti voteranno l'opera ritenuta a loro avviso la migliore e nel corso di una cerimonia che si svolgerà il 3 maggio presso Palazzo della Ragione, alla presenza delle maggiori cariche istituzionali, politiche ed economiche e a rappresentanti degli studenti di tutte le scuole italiane partecipanti, verrà proclamato il vincitore.

Quale premio per il lavoro svolto, le scuole partecipanti riceveranno una piccola biblioteca a carattere scientifico e durante la loro permanenza a Padova, le delegazioni scolastiche saranno ospiti dell'Amministrazione comunale, partecipando anche ad eventi collaterali organizzati per l'occasione e visitando i principali monumenti della città accompagnati da guide turistiche messe appositamente a loro disposizione.

I cinque autori finalisti, durante il mese precedente la cerimonia di premiazione, saranno a Padova per presentare il loro libro, partecipando a dibattiti con gli studenti.

Tra gli eventi collaterali il concorso "La scienza in 30 righe" che coinvolge gli studenti della città e il concorso "Recensire la scienza", che si svolge su Facebook.

I vincitori dei due concorsi saranno premiati durante la cerimonia del 3 maggio.

Il progetto, che col passare delle edizioni è cresciuto in popolarità e prestigio anche grazie all'attenzione garantita dai media nazionali, gode del sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ministero della Pubblica Istruzione, Unione Province Italiane, Accademia Galileiana, Fondazione Campiello, Fondazione Antonveneta, Camera di Commercio, Regione Veneto e Università di Padova.

Back to top