Il 14 giugno, a Roma,  prende il via il convegno Tax and Crime Forum, organizzato da OCSE e Guardia di Finanza.
Giunto alla seconda edizione, il forum Tax and Crime costituisce l’ideale prosecuzione di un dialogo tra Istituzioni statuali, entità private e società civile avviato sull’abbrivio delle decisioni assunte dal G20 e dei lavori congiunti con il B20.

L’evento riunisce responsabili politici di alto livello, diverse agenzie governative nonché rappresentanti del settore privato, Ong ed altri stakeholders, per affrontare le sfide fondamentali e per promuovere una maggiore cooperazione alla lotta a reati come la corruzione e la frode fiscale.
L’AD di Eni Paolo Scaroni è intervenuto al Panel “Keeping (Your) Business Clean - The Experience of the private sector and NGOS‘ durante il quale sono stati discussi i temi della prospettiva e del ruolo del business nello scoraggiare e nel far fronte ai reati finanziari e frodi.

È stata, inoltre, presentata e discussa la CleanGovBiz Initiative, lanciata da OECD con Unodc, World Bank e altri partners, che mira a supportare i governi, le imprese e la società civili a rafforzare la lotta contro la corruzione.

Il Panel è stato moderato da Richard Boucher, Deputy Secretary General di OECD; altri panelist insieme all’AD Paolo Scaroni saranno Tom Cardamone, Managing Director, Global Financial Integrity;  Dimosthenis Chrysikos, Crime Prevention and Criminal Justice Officer, UNODC; Keith McCarthy, Director of Forensic Services, PwC; Huguette Labelle, Chairwoman of the Board, Transparency International.  

La cerimonia di apertura del convegno si è svolto alla presenza del Presidente del Consiglio, del Segretario Generale dell’OCSE e del Comandante Generale della Guardia di Finanza.

Back to top