Dal 20 al 22 Marzo 2013 si svolge a Ravenna la 11° edizione dell’Offshore Mediterranean Conference and Exhibition.

L’ OMC, che si tiene ogni due anni, è la principale vetrina dell’Oil & Gas nel bacino del Mediterraneo che vede la partecipazione dei rappresentanti di paesi produttori non solo del Mediterraneo (Algeria, Egitto, Libia), ma anche dell’Africa Subsahariana (Congo, Angola, Mozambico) e del Medio Oriente (Qatar, Iraq).

L’inaugurazione avvenuta il 20 marzo alle ore 10.30 con la sessione plenaria sul tema Charting a course in a changing sea ("tracciare nuove rotte in questo mare caratterizzato da continui cambiamenti") è  stata presieduta dal Sottosegretario al Ministero Sviluppo Economico, Claudio De Vincenti, e dall’AD di Eni, Paolo Scaroni, con i rappresentanti di Egitto, Iraq, Algeria e Libia.

Il programma è stato arricchito anche da workshop dedicati come quello organizzato da Assomineraria: O&G in Italy: Reaching the Industrial Targets of the National Energy Strategy, durante il quale ha partecipato Claudio Descalzi, Chief Operating Officer di Eni.

Plenary Session

20 marzo 2013

10.30 Opening Ceremony and Welcome Addresses
11.00 Opening Plenary Session:

"Charting a course in a changing sea"

A time of critical events and new energy resources urges the charting of new strategies by the industry and the producing and consuming countries

Introduction: PAOLO SCARONI, CEO Eni

 

CLAUDIO DE VINCENTI, Sottosegretario al Ministero Sviluppo Economico
OSSAMA KAMAL, Minister of Petroleum, Egypt
ABDULKAREEM LUAIBI, Minister of Oil Republic of Iraq
AHMED MECHERAOUI, Energy Minister’s Advisor, Algeria
NURI BERREUIN, CEO NOC Libya
ABDELHAMID ZERGUINE PDG Sonatrach, Algeria
BRUNO LESCOEUR, CEO Edison
JONATHAN LEWIS, Sr V.P. for Europe Sub Saharan Africa Halliburton
SATISH PAI, Exec. V.P. Operations, Schlumberger

I numeri

L’evento si sviluppa su un’area espositiva di oltre 20 mila mq, con circa 550 espositori provenienti da 30 paesi, alla presenza di tutte le maggiori Oil Companies europee, del Nord Africa e del Medio Oriente (Eni, Edison, Total, Shell, Sonatrach, EGPC, EGAS, NOC, Crosco, Ina, Qatar Petroleum).

 

 

  • 20.582 mq di area espositiva + 9% rispetto al 2011 (6 padiglioni, 5 sale conferenze,, 1 sala stampa, 1 sale riservate per incontri, student arena con 150 posti, un ristorante, tre coffee hall)
  • 549 aziende espositrici provenienti da 30 Paesi (+ 17% rispetto al 2011)
  • 120 papers selezionati dal Comitato Scientifico
  • 26 Sessioni tecniche in programma nei 3 giorni
  • 22 paesi di prevenienza degli speakers

I Temi

TECHNICAL SESSIONS
Il Comitato Scientifico, per quanto riguarda i contenuti tecnici, ha valutato un numero consistente di lavori, selezionando 120 paper che verranno presentati in 26 sessioni tecniche.

Sono stati illustrati i risultati raggiunti dall’industria petrolifera upstream in campo scientifico, tecnologico e professionale non solo nelle attività operative tradizionali, ma anche nelle zone di frontiera. Particolare attenzione è stata poi dedicata alla gestione della sicurezza sul lavoro e della compatibilità ambientale. In particolare sono stati affrontati tre temi di grande interesse:

 

 

  • L’Attività Esplorativa - nuovo slancio dopo le recenti scoperte offshore nel Mediterraneo Orientale: saranno oggetto di particolare attenzione negli anni a venire per le implicazioni sui mercati europei.
  • Gli Unconventionals - sviluppi tecnologici per aumentare la produttività e minimizzare l’impatto ambientale nella messa in produzione di giacimenti di shale oil e shale gas, grazie a nuove tecniche di fratturazione idraulica e perforazione orizzontale.
  • Technologies for the Future - illustra le nanotecnologie nelle operazioni di perforazione, l’uso del cloud computing nel reservoir simulation e l’utilizzo di robot nelle operazioni in acque profonde.

 

SPECIAL SESSION "Social Responsibility"
Una sessione dei lavoriè stata dedicata al tema della responsabilità sociale. Le compagnie da tempo hanno avviato  un nuovo approccio con i Paesi dove si pratica l’attività estrattiva.

 

WORKSHOP
Il programma è stato arricchito anche da workshop dedicati:

  • ai nuovi sistemi di controllo per ottimizzare la produzione, migliorare l’efficienza, ridurre i consumi energetici e garantire la massima sicurezza,
  • agli sviluppi e progressi nella progettazione, costruzione e operatività di nuovi service vessel, sempre più spesso impiegati in scenari difficili dal punto di vista geografico e climatico,
  • all’eolico offshore, nuova frontiera per lo sfruttamento delle energie rinnovabili.

 

SIDE EVENTS

  • Italian-Norwegian Energy Forum con la presenza di funzionari ministeriali e delle associazioni di compagnie operatrici dei due paesi (ROCA e INTSOK).
  • Workshop Assomineraria: "O&G in Italy: Reaching the Industrial Targets of the National Energy Strategy". Il settore energetico può contribuire sostanzialmente al raggiungimento degli obiettivi della SEN. Le attività collegate potrebbero attivare 15 miliardi € di investimenti, creando 25.000 posti di lavoro. Con la maggiore produzione nazionale (+10%) si avrà una conseguente riduzione della bolletta energetica e un aumento del gettito fiscale. Partecipa il COO di Eni e Presidente di Assomineraria Claudio Descalzi.

Student Arena & Events

STUDENT ARENA
Grande spazio alle future risorse umane. L’iniziativa, lanciata nel 2009 riscuotendo grandi consensi tra gli operatori e gli atenei che hanno aderito, offre uno spazio di incontro tra studenti universitari e aziende in cui vengono presentate le opportunità di lavoro e carriera nel settore dell’oil & gas.
Quest’anno OMC ha presentato una novità: lo Student Contest, concorso organizzato dalla SPE Europe (Society of Petroleum Engineers) che ha visto studenti europei, laureandi o dottorandi, presentare le proprie ricerche ad una platea di esperti del settore.

 

SOCIAL EVENTS
A contorno della conferenza si sono svolti i tradizionali Social Events:

  • Torneo di Golf Tournament e Welcome Party, martedì 19 marzo
  • Gala Dinner per consentire ai congressisti opportunità di networking, mercoledì 20 marzo
  • Concerto nella Basilica di Sant’Apollinare in Classe, giovedì 21 marzo
Back to top