Eni è partner della mostra Cézanne e gli artisti italiani del 900, dal 5 ottobre 2013 al 2 febbraio 2014 presso il Complesso Monumentale del Vittoriano.

Eni rinnova il suo sostegno al Vittoriano dove venti capolavori del maestro francese dialogheranno con opere di pittori come Carrà Morandi e De Pisis. Quattro le sezioni tematiche e iconografiche con nature morte, nudi, paesaggi e ritratti. Nella mostra Cézanne e gli artisti italiani del 900, l’opera di Paul Cézanne e la sua capacità di ridurre la forma ai suoi termini essenziali penetrano nell’arte italiana del XX secolo nutrendo la creatività degli artisti e operando una forte suggestione a livello diffuso.

I quadri esposti lungo tutto il percorso museale, e provenienti da tutti i più importanti musei del mondo (Hermitage Museum di San Pietroburgo, Musèe d’Orsay di Parigi, Galleria d’Arte Moderna di Roma).


Cézanne, da molti definito il padre dell’arte moderna, con la sua arte essenziale e perennemente tesa alla ricerca della linearità geometrica, ha saputo fare da collante tra diverse correnti artistiche; l’Impressionismo, attraverso il quale imparò ad esprimersi attraverso un uso immediato e senza rielaborazioni della realtà, il periodo Costruttivo, durante il quale Cézanne pose le basi per una nuova ricerca pittorica. La realtà non andava più riprodotta in quanto imitazione del reale, ma andava scovata e ricercata prima di tutto nella coscienza, per giungere poi agli studi che da li a poco avrebbero posto le basi per il Cubismo.

Back to top