Eni, partner del Premio Campiello, giunto alla 51° edizione, anche quest’anno è partner esclusivo del Campiello Giovani, il cui vincitore, tra i cinque finalisti, verrà annunciato sabato 7 settembre, nel corso della conferenza stampa di presentazione della serata finale del Premio Campiello.

La Cerimonia di Premiazione del vincitore andra' in scena al Gran Teatro la Fenice in un nuovo format televisivo che verra' trasmesso per la prima volta in diretta su Rai 5 condotto da Neri Marcore' e Geppi Cucciari. Nell' occasione verra' annunciato il vincitore della 18^ edizione del Campiello Giovani.

Eni per i giovani talenti

Valorizzare giovani talenti e contribuire così alla loro affermazione è una scelta che Eni ha intrapreso da tempo ritenendo che le nuove generazioni possano contribuire in maniera significativa all’innovazione. Innovare e guardare al futuro sono valori essenziali dell’identità di  Eni e parte integrante del suo modo di operare.

Eni, dai tempi del suo fondatore, Enrico Mattei, ha sempre avuto il coraggio di immaginare il futuro e di rendere concreto il raggiungimento di traguardi ambiziosi grazie alla capacità di guardare oltre, trovando soluzioni innovative.
Ecco perché, dal 2010 Eni ha scelto per la propria comunicazione talenti emergenti.  A giovani illustratori, registi, musicisti, scrittori, attori e performer internazionali ha affidato il compito di rappresentare nelle modalità e negli stili più diversi i propri tratti distintivi: internazionalità, innovazione, ricerca, rispetto.  Attraverso la comunicazione si interpreta in chiave innovativa il ruolo della committenza, offrendo la possibilità di esprimersi, creando valore e comunicando con quel linguaggio unico e riconoscibile che già contraddistingue Eni nei territori in cui opera.
In poco più di due anni, il gruppo dei giovani talenti conta oltre 150 nomi.

Il Concorso

Il Campiello Giovani è un concorso Letterario rivolto ai giovani tra i 15 e i 22 anni per la stesura di un racconto a tema libero in lingua italiana.

Il concorso, promosso dalla Fondazione Il Campiello – Confindustria Veneto, nel 1994, dopo una fase di sperimentazione provinciale e regionale dal 1996 è stato esteso a tutt’Italia e negli ultimi anni, attraverso la collaborazione degli Istituti Italiani di cultura, anche all’estero.

Visita il sito

Premio Campiello

La prima edizione si svolse nel 1963 a Venezia nell’isola di San Giorgio e vide premiare il romanzo di Primo Levi "La Tregua".

Il Premio, in seguito, fu ospitato in contesti tra i più rappresentativi della storia e della cultura della città quali ad esempio La Fenice e Palazzo Ducale: palcoscenici di una città unica dove, hanno calcato la scena, e si avvicendano ancora oggi i più importanti nomi della cultura italiana.

Oggi il Premio, ritenuto uno tra i più prestigiosi d'Italia e tra i più importanti nel panorama editoriale italiano, è un canale con il quale gli Industriali Veneti intendono offrire il loro contributo alla promozione della narrativa italiana e a incentivare e diffondere il piacere per la lettura nella consapevolezza che un premio trovi la sua massima ragion d'essere nel "creare nuovi lettori".

La storia

Back to top