In particolare, Eni e il Comune studieranno insieme le modalità per rendere la città di San Donato la prima vera smart city italiana, e quindi permettere a residenti e lavoratori di muoversi in maniera comoda e sostenibile, usufruire di servizi innovativi.

San Donato Milanese, 25 novembre 2014 – Eni e il Comune di San Donato Milanese hanno siglato oggi un Protocollo d’Intesa finalizzato allo studio di iniziative innovative sui temi della mobilità sostenibile, della formazione e del lavoro, del welfare e della cultura.

In particolare, Eni e il Comune studieranno insieme le modalità per rendere la città di San Donato la prima vera smart city italiana, e quindi permettere a residenti e lavoratori di muoversi in maniera comoda e sostenibile, usufruire di servizi innovativi, comunicare in maniera più veloce e semplice, risparmiando tempo grazie a una infrastruttura tecnica all’avanguardia.

I temi da analizzare non tralasciano alcun ambito di sviluppo e si applicano anche alla formazione e all’orientamento dei giovani studenti verso percorsi formativi coerenti con le opportunità di impiego offerte dal sistema economico nazionale.

 Un capitolo del Protocollo è dedicato al rilancio della cultura, in grado di generare occasioni di confronto e di studio, agevolando in tal modo un percorso di coesione sociale di una realtà articolata come quella di San Donato che prevede per tradizione la presenza di comunità multietniche.

Ulteriore tema di approfondimento sarà quello relativo all’idea di creare un luogo dedicato al dibattito: la realizzazione a San Donato di un Museo dell’Energia, che trovi il proprio fondamento nel patrimonio tecnico e scientifico di Eni.

Back to top