Alla Triennale mostra “Made in Africa‘ con protagoniste le giovani artiste enizyme.

San Donato Milanese (Milano), 7 Marzo 2011
Eni è partner per la prima volta di Sguardi Altrove Film Festival, manifestazione cinematografica dedicata alla creatività e ai linguaggi artistici al femminile. Giunto alla sua diciottesima edizione, il Festival si presenta ricco di proposte da tutto il mondo, e in particolare dall’Africa, continente in cui Eni è presente da oltre cinquant’anni e che gioca un ruolo di primo piano nelle sue attività e strategie.

Il Festival si suddivide in due sezioni: una dedicata al cinema con cortometraggi, lungometraggi e documentari, e l’altra, Tasselli d’arte oltre il cinema, che prevede installazioni, laboratori e video artistici alla Triennale di Milano, dal 7 al 27 marzo. Eni partecipa anche a Made in Africa. Trame, colori e forme di un continente. Un viaggio a tutto tondo nell’arte africana con mostre fotografiche, costumi, workshop e proiezioni video da Senegal, Nigeria, Burkina Faso, Marocco e Sudafrica.

La mostra Giovani talenti per Eni, energia per la creatività, è una selezione delle opere di giovani artiste emergenti che fanno parte del gruppo di oltre 100 giovani talenti – metà dei quali donne - di tutto il mondo e delle più diverse discipline che interpretano in maniera originale ogni momento della comunicazione di Eni.

All’ingresso della mostra in Triennale, un unico pannello riassume i lavori di Ilana Yahav,
Maya Mihindou e Ika Putranto ideati per rappresentare i valori fondanti di Eni: internazionalità, ricerca e rispetto.

Ilana Yahav (Israele) è una performer molto versatile che inizia la sua carriera artistica con la realizzazione di marionette. Successivamente si appassiona alla Sand Art: la sabbia che attraverso le sue mani, prende vita e delinea scenari e mondi immaginari. E’ stata lei a firmare la prima campagna istituzionale Eni portando alla ribalta una tecnica innovativa fino ad allora conosciuta soprattutto nel mondo della rete.

Maya Mihindou (Gabon) è una giovane illustratrice molto apprezzata. Illustra la poesia e gli universi poetici, ama giocare con gli errori e osservare come un’idea possa raggiungerne un’altra. Per Eni ha realizzato l’illustrazione del booklet del Global Impact Leaders Summit  2010 (New York), strumento dell’ONU per la promozione della crescita sostenibile d'impresa. Sempre nello stesso anno ha disegnato la locandina dei concerti, organizzati da Eni per il suo African Day nell’ambito di Mito SettembreMusica.

L’indonesiana Ika Putranto ha firmato la cover della brochure Eni dedicata al suo paese. Le sue opere evocano sogni e scenari surreali che prendono spunto dalle favole con uno stile che integra pittura impressionista, moda contemporanea, teatro e musica.

Il Festival è per Eni un’occasione per confermare attraverso la partnership il suo continuo impegno a favore delle espressioni artistiche e della promozione del dialogo tra paesi e culture diverse.

Back to top