Le nostre attività in Kazakhstan

Siamo presenti nel Paese dal 1992, dove cooperiamo nel giacimento in produzione di Karachaganak e partecipiamo al consorzio North Caspian Sea (PSA), responsabile del giacimento di Kashagan.

200527513-001

I giganti Kashagan e Karachaganak e i blocchi offshore di Isatay e Abay

Siamo presenti in Kazakhstan dal 1992 con lo svolgimento di attività nel settore Exploration & Production. Siamo co-operatori del giacimento in produzione di Karachaganak e facciamo parte del consorzio North Caspian Sea PSA (NCSPSA). Nel 2018 siamo diventati operatori congiunti nel blocco esplorativo di Isatay con KMG. A luglio 2019, KMG, il Ministero dell'Energia del Kazakhstan ed Eni hanno sottoscritto un accordo per l'esplorazione e la produzione di idrocarburi nel Blocco di Abay, facendo dell'IOC la prima joint venture a detenere due licenze nel Paese. Alla fine del 2019 la produzione Eni di capitale netto nei progetti Karachaganak e Kashagan ha raggiunto 170 mila barili equivalenti di petrolio al giorno, pari al 9% della nostra produzione totale nel mondo.

Creiamo Energia

Anche in Asia e Oceania integriamo le attività di business con la sostenibilità sociale e ambientale per creare valore condiviso a lungo termine. In Kazakhstan, per esempio, collaboriamo con le università per preparare gli specialisti del settore Oil&Gas, abbiamo realizzato l’Ural River Park Project per proteggere l’ecosistema del fiume Ural e avviato iniziative a favore dell’infanzia. Dal 1999 organizziamo periodicamente dei soggiorni sulla riviera adriatica per i bambini kazaki e, dal 2018, con la collaborazione di “AC Milan Junior Football Camp” e i migliori allenatori italiani con esperienza nel settore junior, contribuiamo alla formazione di giovani calciatori locali.

Karachaganak

Localizzato onshore nella parte occidentale del Paese, Karachaganak (Eni 29,25%) è un giacimento giant che produce petrolio, condensati e gas naturale. Le operazioni condotte dal consorzio Karachaganak Petroleum Operating (KPO) sono regolate da un Production Sharing Agreement di cui noi e Shell siamo co-operatori.

Scopri Karachaganak
Scopri Karachaganak

Kashagan

Partecipiamo con il 16,81% nel North Caspian Sea Production Sharing Agreement (NCSPSA) che, fino alla fine del 2041, regola i diritti di esplorazione, sviluppo e sfruttamento di un'area di 4.600 km2 del giacimento giant di Kashagan, scoperto nel 2000 nella porzione settentrionale del Mar Caspio. Abbiamo inoltre avviato un programma di formazione professionale per le risorse locali nel settore energetico e realizzato infrastrutture a scopo sociale.

Scopri Kashagan
Scopri Kashagan

Energia rinnovabile a Badamsha

Dal 2017 abbiamo siglato numerosi accordi di cooperazione per promuovere lo sviluppo di energie rinnovabili nel Paese e, nel 2018, abbiamo deciso di investire nella costruzione di Badamsha 1, un parco eolico da 48 MW nella regione nord-occidentale. Abbiamo avviato il cantiere per realizzarlo nel 2019 e, grazie a un accordo siglato di recente, gli affiancheremo un secondo parco eolico da 48 MW. Inoltre, a novembre 2019 abbiamo vinto l'asta per la centrale fotovoltaica da 50 MW di Shaulder, nell'Oblast del Turkestan.

SCOPRI IL PROGETTO
SCOPRI IL PROGETTO

Master MEDEA e la collaborazione con le università italiane e kazake

Per preparare gli specialisti del Kazakistan al lavoro nel settore energetico, offriamo percorsi formativi di alto livello presso la nostra Università aziendale (Master MEDEA), collaboriamo con le migliori università italiane e con il Kazakh British Technical University (KBTU). Inoltre, su iniziativa del World Economic Forum, abbiamo sviluppato un Petroleum Engineering Education Program sulla piattaforma delle università kazake di Satbayev e Nazarbayev University grazie a un team composto da Eni e altre aziende internazionali.

Strade sicure per la regione del Kazakhstan occidentale

Consideriamo la sicurezza uno degli aspetti più rilevanti per la sostenibilità di un’azienda e promuoviamo interventi circa i comportamenti e i processi, oltre ad azioni per migliorare la prontezza e la capacità di risposta alle emergenze. Vogliamo condividere i nostri principi di sicurezza non solo all’interno della nostra azienda, ma anche con i Paesi in cui operiamo. Il numero di vittime di incidenti stradali nell’Oblast del Kazakistan occidentale (WKO) è fonte di preoccupazione sia per le autorità regionali sia per la popolazione. A tal riguardo, l’Akimat del WKO ha annunciato un 2019 all'insegna della sicurezza stradale, avente come obiettivo la costante riduzione degli incidenti e vittime stradali nell’Oblast. Per attuare questo programma su larga scala, l’Akimat del WKO, in collaborazione con Eni e Shell, ha sottoscritto il Memorandum di collaborazione sulla Sicurezza stradale. Il supporto consultivo durante l’attuazione delle iniziative di sicurezza stradale è stato affidato agli esperti dell’EASST – Eastern Alliance for Safe and Sustainable Transport, mentre l'ONG locale Gaukhar Zhol coordina le attività nella regione.

Numerose iniziative sono state implementate nel corso dell'anno della Sicurezza Stradale nel WKO, per esempio la formazione di ufficiali di polizia, insegnanti, studenti, rappresentanti delle ONG, varie campagne di sicurezza stradale rivolte a tutti gli utenti della strada, sondaggi sui cittadini, l'ispezione di sezioni stradali rischiose, la mappatura dettagliata e precisa degli incidenti stradali. Tutte queste attività si sono tradotte nella Strategia 2020-2025 per la Sicurezza Stradale nel WKO, approvata dall'Akimat del WKO e attualmente in corso di attuazione sotto lo stretto monitoraggio del gruppo di lavoro.

Centro di Cultura Italiana a Nur-Sultan

Con l'Ambasciata Italiana in Kazakhstan e l'Università Nazionale Eurasiatica, la più grande istituzione accademica in Kazakhstan votata all'insegnamento delle lingue straniere, nel 2019 abbiamo inaugurato il Centro di Cultura Italiana Enrico Mattei presso la sede universitaria. Il Centro ha come obiettivo la promozione della lingua e della cultura italiana in Kazakhstan, per mezzo di corsi di lingua e altre iniziative, con il fine ultimo di rafforzare le relazioni tra i due Paesi.

200527513-001
FOCUS

Esploriamo il Kazakhstan

Questo è un Paese dove l’energia occupa un assoluto posto di rilievo, anche quella prodotta da fonti rinnovabili.

La storia kazaca, la sua cultura multietnica e millenaria, i suoi scenari energetici.