860419912

Eni Rewind, la riqualificazione ambientale nell’economia circolare

Ci dedichiamo alla tutela del suolo e alla riqualificazione ambientale con la nostra società Eni Rewind, Syndial fino al 2019.

Il nostro impegno: un’economia sempre più circolare

Siamo nati in Italia e conosciamo bene il valore che hanno i nostri luoghi e i nostri terreni: grazie alla società Eni Rewind, già Syndial, riqualifichiamo l’ambiente da agenti inquinanti e tuteliamo il patrimonio naturale del nostro Paese. Gli strumenti che usiamo? Ingegno, innovazione, tecnologie avanzate e sostenibili. Eni Rewind si occupa infatti di trasformare i siti industriali in aree bonificate e di gestire i rifiuti attraverso il recupero e il riciclo, in una prospettiva di sempre maggior aderenza al paradigma della economia circolare. Proprio per questo, siamo sempre più concentrati sul reimpiego e la riduzione del prelievo in natura attraverso le tecnologie più innovative. Nella stessa ottica, la nostra azione sui rifiuti industriali e i resti delle bonifiche tende a recuperarne le potenzialità energetiche, nell’ambito dei processi End of Waste.

La riqualificazione crea occupazione, cultura e sinergie

Eni Rewind ha a disposizione circa 4.000 ettari di terreno bonificato: con il Progetto Italia abbiamo individuato oltre 400 ettari di terreni recuperati nelle aree industriali dove installare impianti fotovoltaici, impianti a biomassa e centrali solari a concentrazione. Si tratta di un’iniziativa che ha come obiettivo la valorizzazione dei terreni, la generazione di energia low-carbon, la minimizzazione dei rifiuti e il rilancio dell’occupazione. 

Recentemente, inoltre, grazie alla partnership con il Fondo Ambientale Italiano (FAI) le saline dello stagno di Santa Gilla, in Sardegna, sono state riqualificate e oggi sono accessibili al pubblico. L’area è popolata da oltre 40.000 esemplari di uccelli acquatici di 50 specie diverse. Le saline e lo stabilimento industriale sono integrati: per il FAI è la prima esperienza di gestione e valorizzazione di un progetto imprenditoriale in un sito minerario ancora produttivo.