Overview

Kazakstan
In questo approfondimento:

  • le principali attività di Eni in Kazakhstan nel settore E&P dal 1992
  • un focus sul giacimento Kashagan
  • le sedi e i contatti societari di Eni in Kazakhstan

Exploration & Production

Eni è presente in Kazakhstan dal 1992 dove è co-operatore del giacimento in produzione di Karachaganak e partecipa al consorzio North Caspian Sea PSA responsabile delle operazioni del giacimento Kashagan e con una quota del 50% per la ricerca e la produzione di idrocarburi del blocco di Isatay, situato nelle acque kazake del Mar Caspio.
 
Kashagan
Eni partecipa con il 16,81% nel North Caspian Sea Production Sharing Agreement (NCSPSA) che regola fino al 2041 i diritti di esplorazione, di sviluppo e di sfruttamento di un’area di circa 4.600 chilometri quadrati localizzata nella porzione settentrionale del Mar Caspio. Nell’area contrattuale è localizzato il giacimento giant Kashagan, scoperto nel 2000.
Produzione Il 28 settembre 2016 è stata riavviata la produzione del giacimento Kashagan, dopo il completamento delle operazioni di sostituzione delle pipeline danneggiate che avevano costretto il consorzio a interrompere le operazioni alla fine del 2013. La produzione ha raggiunto il livello di 185 mila boe/giorno alla fine del 2016. La fase di ramp-up porterà la capacità produttiva fino al livello di 370 mila barili/giorno entro il 2017, in concomitanza all’avvio delle attività di iniezione di gas.
Nell’ambito degli accordi raggiunti con le Autorità locali, prosegue il programma di formazione professionale di risorse locali nel settore Oil & Gas, oltre alla realizzazione di infrastrutture civili.
 
Karachaganak
Localizzato onshore nella parte occidentale del Paese, Karachaganak (Eni 29,25%) è un giacimento giant che produce petrolio, condensati e gas naturale. Le operazioni condotte dal consorzio Karachaganak Petroleum Operating (KPO) sono regolate da un Production Sharing Agreement. Eni e Shell sono co-operatori.
Produzione
La produzione di Karachaganak nell’anno è stata di 231 mila barili/giorno di liquidi (61 mila in quota Eni) e 26 milioni di metri cubi/giorno di gas naturale (circa 7 milioni in quota Eni).
L’attività operativa è condotta producendo liquidi (condensati e olio) dalle parti più profonde del giacimento e utilizzando circa il 51% del gas prodotto per la vendita alla centrale di Orenburg in Russia, ed il restante volume per la re-iniezione nelle parti superiori del giacimento e per la produzione di fuel gas. Circa il 91% della produzione di liquidi è stabilizzata presso il Karachaganak Processing Complex (KPC) della capacità di circa 250 mila barili/giorno per la successiva commercializzazione sui mercati occidentali attraverso il Caspian Pipeline Consortium (Eni 2%) e tramite la pipeline Atyrau-Samara che si connette con i sistemi di esportazione russi. La rimanente parte di liquidi (circa 16 mila
barili/giorno) viene inviata non stabilizzata alla centrale di Orenburg.
Sviluppo
È allo studio l’Expansion Project attraverso la realizzazione, in stadi successivi, di impianti per il trattamento gas e per la re-iniezione al fine di mantenere il profilo produttivo di liquidi. Sono in corso le valutazioni tecniche e commerciali per la definizione della prima fase di sviluppo volta a incrementare la capacità di re-iniezione gas.
Prosegue l’impegno di Eni a sostegno delle comunità presso l’area del giacimento di Karachaganak. Sono proseguite le attività di monitoraggio su biodiversità ed ecosistemi presso le aree produttive.

Sedi e contatti

Exploration & Production
Agip Caspian Sea B.V.
Astan Tower 12
Samal Micro District 19th Floor
Astana
473000
Tel. sede di Amsterdam (0031) 20 5707100

Agip Karachaganak B.V.
Kazakhstan Branch 62
Kosmonavtov Street, 7th Floor Micro District
Astana
Tel. sede di Amsterdam (0031) 20 5707101
Back to top