Attività

Ridiamo energia a terra, acqua e rifiuti
Tecnologie avanzate e sostenibili al servizio della remediation

Competenze uniche nel risanamento ambientale

Eni Rewind è la società ambientale di Eni che esegue interventi di bonifica dei siti operativi e dismessi e gestisce la filiera dei rifiuti provenienti dalle attività industriali e di risanamento. Dal 2003 abbiamo maturato significative esperienze sul campo, diventando un centro di eccellenza nel settore. La maggior parte dei siti in cui operiamo stato acquisito o conferito per legge negli anni Ottanta e Novanta per la scelta politica di impegnare l’allora ente pubblico, Eni, nelle operazioni di salvataggio di realtà industriali in crisi.

Oggi Eni Rewind è il primo operatore per le bonifiche in Italia grazie anche allo sviluppo di un modello operativo integrato che si distingue per l’applicazione delle tecnologie più avanzate e per l’attenzione alla sostenibilità. La bonifica è per noi un’opportunità per il “sistema Paese” in termini ambientali, ma anche per il rilancio dell’economia e dell’occupazione. Per far questo, già nelle fasi iniziali del progetto di risanamento, pianifichiamo in accordo con le istituzioni iniziative di valorizzazione e riutilizzo delle aree bonificate al fine di renderle disponibili per nuove attività, in linea con i principi dell’economia circolare.

Nella strategia della società prevale l’impegno per una gestione sostenibile di suolo, acqua e rifiuti. In particolare, per quanto riguarda il recupero dei suoli, l’attenzione è rivolta alla riconversione dei cosiddetti brownfield affinchè possano ospitare impianti per la produzione di energia da fonte rinnovabile oppure nuove attività per lo sviluppo dell’economia locale. L’obiettivo per la risorsa acqua è massimizzarne il reimpiego, una volta trattata, al fine di ridurne il prelievo in natura mentre, per i rifiuti industriali e da bonifica, è quello di assicurare una gestione a ridotto impatto ambientale.

 

 

Bonifica sostenibile

Fin dal 2011 Eni Rewind, in linea con i principi della green remediation, ha avviato un programma per la bonifica sostenibile al fine di individuare le migliori soluzioni di risanamento in termini di impatto ambientale.

Gestione rifiuti

Eni Rewind è il centro di competenza Eni per la gestione dei rifiuti provenienti sia dagli interventi di risanamento ambientale che dalle attività produttive di Eni in Italia. La società gestisce la quasi totalità dei rifiuti per conto di tutte le unità di business Eni attraverso un modello che adotta le migliori soluzioni tecnologiche disponibili sul mercato.

CONTINUA A LEGGERE

Produzione industriale

Le saline Conti Vecchi, situate all’interno di una delle più importanti aree umide d’Europa, vennero avviate nel 1931 per la produzione di sale, solfato di magnesio e cloruro di magnesio, a fronte della concessione rilasciata all’ing. Luigi Conti Vecchi nel 1921 con decreto regio. Oggi la Società Ing. Luigi Conti Vecchi (controllata al 100% Eni Rewind) gestisce sia le saline, che si estendono su una superficie di circa 2.700 ettari tra i comuni di Assemini, Capoterra e Cagliari, sia lo stabilimento dove si produce soda, acido cloridrico e ipoclorito.

CONTINUA A LEGGERE

Le competenze di Eni Rewind

La complessità delle bonifiche nei siti in cui opera hanno portato Eni Rewind a maturare esperienze e competenze uniche a livello nazionale nel campo della progettazione e dell’esecuzione degli interventi di risanamento. La crescita e la condivisione di tali competenze consentono alla società di sperimentare tecniche sempre più innovative per affrontare nuove sfide progettuali.

CONTINUA A LEGGERE

Laboratori ambientali

I laboratori ambientali di Ferrara, Priolo Gargallo e Assemini rappresentano centri di competenza assoluta nelle attività di campionamento e analisi delle matrici ambientali acqua, suolo, rifiuti ed emissioni in atmosfera.

CONTINUA A LEGGERE

Rapporti istituzionali e territorio

Per Eni Rewind è fondamentale favorire il dialogo, il confronto e l’interazione con tutti i suoi stakeholder istituzionali e territoriali in quanto la società tratta risorse primarie indispensabili e strategiche – come il suolo e l’acqua - con l’impegno di renderle successivamente riutilizzabili e proficue in termini sociali ed economici.

CONTINUA A LEGGERE

Ricerca

Sviluppare soluzioni sempre più innovative ed eco-compatibili per la bonifica dei siti contaminati è per Eni Rewind di fondamentale importanza. In questa prospettiva entrano in gioco le competenze tecnico-scientifiche quale elemento chiave per sperimentare nuove modalità di intervento nei siti.

CONTINUA A LEGGERE

Eni Rewind all’estero

Dal 2017 Eni Rewind ha mappato diverse opportunità di collaborazione con l’Upstream per le consociate e altre realtà Eni allo scopo di esportare la propria ingegneria ambientale e il proprio know-how al di fuori dei confini nazionali.  In molti siti, dall’Africa all’Asia e alle Americhe, Eni Rewind ha iniziato un dialogo con gli stakeholder locali, realizzato i primi assessment ambientali e avviato le attività di ingegneria ed esecuzione. Dopo un’esperienza a El Borma, in Tunisia, il primo progetto integrato è partito, nel 2018, in Iraq, a Bassora.

CONTINUA A LEGGERE

Le bonifiche e oltre

La sfida di Eni Rewind è dare nuova vita ai territori perché le sue attività non si fermano alla bonifica e alla riqualificazione dei siti in tutte le loro parti fisiche, bensì includono la valorizzazione del patrimonio naturalistico, culturale, artistico e umano. Per questo, dopo aver riqualificato un sito, la società si dedica a farlo rivivere, dando a esso un nuovo impulso, e a rinforzare il tessuto sociale, creando un contesto favorevole allo sviluppo di nuove opportunità.

CONTINUA A LEGGERE

Eni Rewind S.p.A. - Società soggetta all’attività di direzione e coordinamento di Eni S.p.A.

Sede Legale
Piazza Boldrini, 1
20097 San Donato Milanese (MI)

Capitale sociale
€ 425.343.731,50 i.v.

Codice Fiscale e numero d’iscrizione Registro Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi
n. 09702540155