visore-myanmar.jpg

Myanmar

Il progetto di Eni Foundation per il sostegno al governo del Myanmar alla lotta alla malnutrizione e per l'accesso all’acqua pulita.

Gli obiettivi del progetto

Lavoriamo per il miglioramento della sicurezza alimentare, l’accesso all’acqua pulita e la promozione della salute in tre città della regione di Magway: Myothit, Magwaye Minhla. La superficie di territorio interessata è 5700 Kmq. L'estensione dal confine est a ovest è di circa 160 km e i beneficiari del progetto sono circa 600 mila.

Il progetto si concentra in particolare su tre settori: servizi di estensione dell'agricoltura e acqua di irrigazione; approvvigionamento idrico sicuro e servizi igienico-sanitari; servizi di assistenza sanitaria di base nelle township. Nel corso del 2017 sono stati completati gli studi i di fattibilità con il supporto dell’Università di Milano e dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) e firmato il Memorandum of Understanding con il Dipartimento della sanità pubblica del Ministero della salute e dello sport, alla presenza del Ministero dell'Agricoltura del bestiame e dell'irrigazione. Garantito il pieno supporto dal Ministero della salute e dello sport e dal Ministero dell'Agricoltura del bestiame e dell'irrigazione, Eni Foundation si è impegnata a finanziare il progetto e ad essere responsabile della sua gestione.

La regione di Magway e la sua economia

L'area di intervento si trova nella regione di Magway una delle regioni centrali del Myanmar, con una popolazione totale di 3.917.055 abitanti ed ospita circa il 7% della popolazione. La sua economia è basata sull'agricoltura, ma sono presenti anche produzione di petrolio e altre industrie estrattive.

Il Ministero della salute e dello sport del Myanmar e il ministero dell'Agricoltura del bestiame e dell'irrigazione stanno assumendo un ruolo cruciale nel garantire la piena cooperazione di tutte le autorità coinvolte nell'attuazione del progetto. Il dipartimento regionale dell'agricoltura di Magway, il dipartimento regionale dello sviluppo rurale, il dipartimento regionale per l'irrigazione e l'acqua, il dipartimento regionale della salute pubblica sono direttamente coinvolti, mettendo a disposizione le strutture coinvolte, il personale tecnico, le attrezzature e qualsiasi altro supporto aggiuntivo richiesto.

gallery-progetto-myanmar-2.jpg

Partner scientifici

Tra i partner scientifici, l'Università degli Studi di Milano, continuerà a fornire supporto tecnico in particolare per il settore dell'acqua e dell'agricoltura, mentre l’ISS per il settore salute Il progetto si concluderà nel 2020 con un investimento di 2,2 milioni di euro.

Il progetto, in linea con la strategia del Ministero della Salute e dello Sport del Myanmar, e il Ministero dell'Agricoltura, del bestiame e dell'irrigazione, prevede la realizzazione verso i seguenti risultati attesi:

Componente agricoltura

  • produttività delle colture e resilienza degli agricoltori migliorata grazie al sostegno al servizio di consulenza rurale e alla promozione di buone pratiche agricole (GAP)
  • Migliore accesso alla tecnologia di irrigazione applicata alla produzione orticola e al miglioramento della sicurezza nutrizionale a livello di famiglia / comunità.
  • Produzione agricola, approvvigionamento idrico e dati relativi alle acque sotterranee raccolti, informatizzati e sistematizzati attraverso l'implementazione di un sistema di gestione multilivello basato sulla conoscenza

Componente acqua

  • Migliore accesso all'acqua per uso domestico e potabile nei villaggi prioritari selezionati congiuntamente attraverso 16 nuovi pozzi d'acqua
  • Miglioramento dell'accesso all'acqua per l'irrigazione nei siti prioritari selezionati congiuntamente attraverso 7 nuove e rinnovate vasche per l'acqua

Componente sanitaria

  • Cambiamento del comportamento della comunità in materia di igiene e altri temi rilevanti relativi alla salute materna e infantile a causa della maggiore consapevolezza della popolazione generale
  • Miglioramento della fornitura di servizi nei centri sanitari rurali e nei centri sub-sanitari attraverso una formazione dedicata sui principali problemi di salute
  • Livello regionale supportato nella capacità di townships contro le malattie non trasmissibili e miglioramento dell’assistenza sanitaria per anziani
  • Attraverso la fornitura per bambini affetti da malnutrizione acuta di alimentazione supplementare e micronutrienti, miglioramento del collegamento tra comunità e sistema di salute pubblica
  • Servizi sanitari rafforzati dalla borgata ai centri sub-sanitari attraverso la fornitura di energia, impianti idrici, attrezzature, mobili

 

A seguito di gara sono state selezionate le ONG implementatrici del progetto per Eni Foundation ed in particolare:

  • Per quanto riguarda l’accesso all’acqua pulita, la ONG AVSI Foundation (AVSI). Creata nel 1972, è un'organizzazione senza scopo di lucro che realizza progetti di cooperazione allo sviluppo e aiuti umanitari in tutto il mondo
  • Per la parte relativa alla salute e all’agricoltura, attuata da Progetto Continenti Myanmar (PC Myanmar), una ONG non confessionale e non politica fondata a Roma nel 1989.