726800731

Stakeholder

La forza della condivisione che crea valore nei territori.

Il dialogo come attitudine per crescere insieme

Crediamo nel confronto proattivo con i nostri molteplici stakeholder e ci impegniamo a costruire relazioni improntate sul dialogo, sulla correttezza e sulla trasparenza. Ciò ci consente di migliorare quei processi decisionali volti a perseguire gli obiettivi di sviluppo e di valorizzazione dei siti in cui operiamo. Confidiamo nell’efficacia di un approccio partecipato che prevede il coinvolgimento dei nostri interlocutori sin dalle fasi iniziali di un progetto e la messa a fattor comune di tecnologie e competenze. Bonificare, riqualificare un’area in disuso e recuperare risorse è un’opportunità sia da un punto di vista ambientale, sia per la riqualificazione produttiva delle aree. È da questa attitudine sinergica e costruttiva che deriva la nostra capacità di fare sistema e creare valore nel tempo.

infografica-stakeholder-2.png
infografica-stakeholder-mobile.png

I principi che ci guidano

La nostra mission e il nostro modello operativo si ispirano a principi di sostenibilità e circolarità che ci guidano in ogni aspetto, nell’ambito di un sistema normativo in linea con gli standard più elevati e linee guida internazionali. Nel rapporto con gli stakeholder abbiamo assunto un approccio metodologico che si basa sul presidio dei territori e sulla relazione con l’obiettivo di realizzare progetti di bonifica, recupero delle risorse e riqualificazione produttiva con tempi, metodi e costi certi.

Una prassi di comunicazione inclusiva e versatile

Il costante confronto con gli stakeholder in tutte le fasi progettuali ci permette di identificare eventuali possibili criticità tenendo anche conto delle diverse esigenze delle parti. Questo impegno ci ha portato a consolidare una prassi virtuosa di interlocuzioni tecniche, attraverso tavoli dedicati, per una conoscenza approfondita degli interventi ambientali e di valorizzazione propedeutica agli incontri in Conferenza dei Servizi. Questo metodo ha contribuito a incrementare il numero di progetti approvati e l’ottenimento delle relative autorizzazioni locali, in assenza delle quali non è possibile l’avvio concreto delle attività operative.

Ci impegneremo per dare il miglior contributo possibile alle sfide della transizione energetica e dello sviluppo sostenibile, anche consolidando un’offerta di servizi ambientali sul mercato. Un impegno orientato a creare valore di lungo termine per i territori in cui operiamo, attraverso il dialogo e la sinergia con tutti gli stakeholder.

Paolo Grossi, AD Eni Rewind

Il nostro contributo per trasformare le sfide ambientali in opportunità

Il Report di Sostenibilità 2020 racconta gli obiettivi con cui contribuiamo proattivamente, in linea con la strategia di Eni, a un’economia più equasostenibile e circolare e alla transizione energetica. La crisi causata dall’emergenza sanitaria legata al Covid-19 ha ulteriormente rafforzato la consapevolezza del ruolo che possiamo svolgere per la tutela dell’ambiente e per un uso più lungimirante delle risorse naturali. Un impegno che attuiamo attraverso il nostro modello di eccellenza operativa teso a creare valore di lungo termine nei territori e nuove opportunità di sviluppo economico. 

mockup-report.jpg

Report di Sostenibilità 2020

Iniziative e risultati che raccontano un impegno concreto per i territori in sinergia con gli stakeholder.

scarica il report

Eni ha definito un percorso evolutivo di breve, medio e lungo termine che porterà alla neutralità carbonica nel 2050, partendo da un approccio che guarda le ricadute ambientali lungo l’intero ciclo di vita delle attività e dei prodotti. In linea con questa strategia, siamo pronti a dare un contributo concreto per traguardare gli obiettivi di sviluppo sostenibile attraverso la ricerca di nuove soluzioni per la riqualificazione e la valorizzazione delle risorse naturali suolo e acqua, ma anche dei rifiuti industriali, da bonifica e organici, basate sui principi di zero consumo e zero scarti.

PDF 1.53 MB

Il nostro modello per l’eccellenza operativa, in accordo con Eni, è volto all’impegno per la valorizzazione delle persone e alla tutela dell’ambiente. Per noi questo impegno si concretizza ogni giorno con la massima attenzione alla sostenibilità, promuovendo la salute e la sicurezza dei lavoratori e, più in generale i diritti umani, operando con integrità e trasparenza. Questi valori fondanti ci consentono di cogliere le opportunità legate alle nuove sfide ambientali e dell’economia circolare attraverso l’innovazione tecnologica, le competenze e l’esperienza maturata sul campo negli anni.

PDF 4.08 MB

Il pianeta è nel pieno di una profonda trasformazione che richiede un modello di sviluppo più equo e inclusivo. In questo scenario, è possibile comprovare quanto la sinergia e la condivisione di competenze siano la chiave per garantire uno sviluppo responsabile nei confronti delle prossime generazioni. Come società ambientale di Eni, abbiamo individuato iniziative e alleanze strategiche per fornire un apporto importante alle sfide del nostro tempo, dalla transizione energetica alla salvaguardia dell’ambiente e alla rigenerazione delle risorse limitate in natura, promuovendo al contempo un dialogo costante e trasparente con gli stakeholder.

 

PDF 826.37 KB

Iniziative ed eventi che promuoviamo e a cui prendiamo parte

Sono numerose le iniziative di valorizzazione che promuoviamo nei territori e gli eventi cui prendiamo parte, dalla collaborazione con il Fondo Ambiente Italiano alle fiere di settore come Ecomondo e RemTech e agli appuntamenti istituzionali, culturali e sportivi.

Per valorizzare il patrimonio culturale e paesaggistico delle saline Conti Vecchi, Eni Rewind ha sottoscritto una partnership con il FAI (Fondo Ambiente Italiano) che ha permesso di aprire al pubblico l’oasi naturalistica e gli edifici del complesso storico. Dal 2017 le saline accolgono ogni anno circa 20.000 persone, offrendo percorsi di visita dedicati immersi nella natura, tra bianche montagne di sale e fenicotteri.

Dal 26 al 29 ottobre 2021 Ecomondo, l’evento divenuto di riferimento in Europa per la transizione ecologica e l’economia circolare, torna in presenza come think tank strategico dedicato a esperti e innovatori del settore. Eni Rewind partecipa alle sessioni congressuali per condividere le proprie esperienze sul campo e fare il punto sulle tecnologie proprietarie al servizio delle bonifiche e della valorizzazione di acque, suoli e rifiuti. Da non perdere l’appuntamento con gli Stati Generali della Green Economy: un confronto aperto e partecipato dalle imprese con l’ambizione di promuovere nuove opportunità di crescita sostenibile per l’economia italiana alle prese con le sfide energetiche e climatiche globali.

 

Per il sesto anno consecutivo, dal 23 al 24 ottobre 2021, Eni Rewind sponsorizza il Trofeo Maremma, competizione rallistica che si snoda attraverso le Colline Metallifere toscane e che vede una sentita partecipazione delle comunità locali. La lunghezza complessiva del percorso è pari a 250,95 km, con 9 prove speciali, compresa la “Gavorrano” intitolata alla società ambientale di Eni. Nel territorio toscano Eni Rewind è titolare di concessioni in alcuni comuni ex minero-metallurgici e proprietaria delle corrispondenti aree che furono trasferite ex lege a Eni ed è impegnata in attività di messa in sicurezza e di bonifica dei suoli e della falda.

Maremma-Rally-2-crop.jpg
Maremma-Rally-2-crop.jpg

L’impegno di Eni Rewind per la diffusione del proprio know how ambientale e dell’esperienza maturata si realizza anche attraverso la presenza a eventi di riferimento nel settore. Dal 20 al 24 settembre 2021 partecipiamo a RemTech Expo, la fiera internazionale dedicata al risanamento dei siti contaminati e allo sviluppo del territorio, con oltre dieci interventi sulla bonifica sostenibile e sulla gestione di acque, suoli e rifiuti in un’ottica circolare.

Ogni anno, a novembre, Rimini diventa la capitale green d’Italia con Ecomondo, la più grande fiera europea del settore ambientale che racconta e promuove uno sviluppo sostenibile e circolare dell’economia. L’evento accoglie gli Stati Generali della Green Economy, un’occasione in cui il mondo istituzionale, imprenditoriale e civile si confronta sulle grandi tematiche di interesse generale come il cambiamento climatico, la gestione delle risorse e dei rifiuti, il dissesto idrogeologico e le bonifiche delle grandi aree ex industriali. Un contesto che abbiamo ritenuto ideale per il lancio del nostro nuovo nome, Eni Rewind, presentato dall’amministratore delegato Paolo Grossi.

A giugno 2019 Cengio ha ospitato la prima edizione del Restart Music Festival con cui il Comune e suoi cittadini intendono dare nuova energia e forza attrattiva al paese dell'alta Val Bormida. La società, impegnata nelle attività di bonifica del Sito di Interesse Nazionale di Cengio e Saliceto e nella valorizzazione socio-culturale del territorio, è stata main partner dell’evento. Il programma ha previsto la presenza sul palco di piazza Martiri Partigiani del comico Paolo Cevoli e del cantante Briga, oltre ad alcuni giovani artisti emergenti.

A giugno 2019 l’Arsenale di Venezia ha ospitato il Salone Nautico, un evento fieristico internazionale dedicato alla nautica. Eni era presente in qualità di partner con uno stand dedicato all'economia circolare e alla sostenibilità. Eni Rewind ha partecipato per illustrare la tecnologia Waste to Fuel, nata nel Centro Ricerche Eni per le Energie Rinnovabili e l’Ambiente di Novara, in grado di trasformare i rifiuti solidi urbani in un bio olio che può essere direttamente utilizzato come bunker oil oppure impiegato per produrre carburanti di nuova generazione.

Per una notte all’anno, dal 2017, il Sito di Interesse Nazionale di Cengio e Saliceto in Liguria si trasforma in un teatro lirico, aprendo le sue porte alla cittadinanza e agli appassionati del bel canto con la messa in scena open air di opere famose. La prima edizione è toccata alla Turandot di Giacomo Puccini, seguita nel 2018 dalla Carmen di Georges Bizet. Eni Rewind è sponsor dell’evento lirico in un’ottica di valorizzazione del territorio anche attraverso iniziative dalla valenza culturale o sociale.