Organigramma e Governance

La forza in una struttura agile e compatta
Una governance ispirata a criteri di efficienza

La nostra struttura organizzativa

Syndial è organizzata in cinque funzioni trasversali (Pianificazione, Amministrazione e Controllo; Risorse Umane; Approvvigionamenti Ambientali; Salute, Sicurezza, e Ambiente e Qualità; Collegamento Relazioni Istituzionali) e tre linee operative (Technical Services & Business Analysis; Italian Environmental & Operational Activities e International Environmental & Operational).

La nostra governance

Gli organi sociali che formano il sistema di governance di Syndial sono il Consiglio di Amministrazione, il Collegio Sindacale e l’Assemblea degli Azionisti. L’Amministratore Delegato è supportato nello svolgimento delle proprie funzioni dal Comitato di Gestione, composto dai primi riporti aziendali.

Il Consiglio di Amministrazione attualmente in carica è stato nominato dall’Assemblea il 14 aprile 2016 per tre anni ed è così composto:

Domenico Elefante

Presidente

Vincenzo Maria Larocca

Amministratore Delegato

Lorella Di Cosmo

Amministratore

Luigino Lusuriello

Amministratore

Rita Marino

Amministratore

Il Collegio Sindacale attualmente in carica è stato nominato dall’Assemblea del 5 aprile 2017, con scadenza all’approvazione del bilancio dell’esercizio 2019, ed è così composto:

Carlo Invernizzi

Presidente

Alessandro Ridolfi

Sindaco effettivo

Paola Camagni

Sindaco effettivo

Alberto Luigi Gusmeroli

Sindaco supplente

Anna Maria Faienza

Sindaco supplente

Con riferimento a quanto deliberato dal Consiglio di Amministrazione della Società
in data 26 settembre 2018, l’Organismo di Vigilanza ai sensi del Modello di
organizzazione, gestione e controllo della Società, ex decreto legislativo 8 giugno
2001 n. 231, è composto da:

Paolo Momigliano

Presidente

Antonio Cristodoro

Michele Brancadoro

Roberto Di Mario

Il Modello 231: organizzazione, gestione e controllo

Il Modello 231 di Syndial (o modello ex d. lgs. n. 231/2001), inteso come modello di organizzazione, gestione e controllo ai sensi della legge italiana, è volto a prevenire la commissione di alcuni reati nelle attività a rischio ai fini della responsabilità d’impresa. Il modello 231 di Syndial è stato redatto facendo proprio, come principio generale inderogabile, il Codice Etico di Eni.

Syndial servizi ambientali S.p.A. - Società soggetta all’attività di direzione e coordinamento di Eni S.p.A.

Sede Legale
Piazza Boldrini, 1
20097 San Donato Milanese (MI)

Capitale Sociale
€ 425.647.621,42 i.v.

C. Fiscale e numero d’iscrizione Registro Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi
n. 09702540155