Gestione rifiuti

Le nostre best practice per la gestione dei rifiuti

Eni Rewind è il centro di competenza Eni per la gestione dei rifiuti provenienti sia dagli interventi di risanamento ambientale che dalle attività produttive di Eni in Italia. La società gestisce la quasi totalità dei rifiuti per conto di tutte le unità di business attraverso un modello che adotta le migliori soluzioni tecnologiche disponibili sul mercato, garantendo il presidio dell’intero processo del ciclo dei rifiuti, in piena conformità alla normativa vigente.

Nel 2019 la società ha gestito complessivamente 2 milioni di tonnellate di rifiuti, di cui il 90% per conto di Eni, escludendo le acque di falda trattate on site non più considerate rifiuto a seguito delle recenti modifiche normative.

Per assicurare la sostenibilità ambientale nelle attività di bonifica, Eni Rewind predilige le tecniche in situ che minimizzano la generazione di rifiuti in quanto non prevedono l’escavazione e lo smaltimento dei suoli inquinati.

In linea con le migliori pratiche del settore, Eni Rewind intende aumentare la quota dei rifiuti avviati a recupero in alternativa allo smaltimento in discarica. Nel 2019, grazie a tecnologie quali la biopila e il soil washing, sono state avviate a recupero circa 169 mila tonnellate di rifiuti sui 285 mila potenzialmente recuperabili, pari al 59%.

Eni Rewind si è inoltre impegnata a migliorare ulteriormente la gestione del processo di smaltimento con l’ottimizzazione della logistica, individuando impianti di trattamento dei rifiuti più vicini al sito di produzione (Km 0) o più idonei in funzione della tipologia di rifiuto.

I NOSTRI NUMERI

WASTE TO FUEL

APPROFONDISCI

Eni Rewind S.p.A. - Società soggetta all’attività di direzione e coordinamento di Eni S.p.A.

Sede Legale
Piazza Boldrini, 1
20097 San Donato Milanese (MI)

Capitale sociale
€ 355.145.040,30 i.v.

Codice Fiscale e numero d’iscrizione Registro Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi
n. 09702540155