Tecniche di risanamento

Per ogni sito la scelta delle tecniche di bonifica tiene conto del tipo di contaminazione, quindi delle caratteristiche dello specifico contaminante, ma anche della valutazione dei benefici ambientali e del futuro riutilizzo dell’aree. Eni Rewind si occupa della caratterizzazione, della messa in sicurezza, della bonifica e del monitoraggio dei siti in cui opera (terreni, acque e aria) attraverso l’applicazione delle metodologie più avanzate che vengono sviluppate in collaborazione con i centri di ricerca Eni e i più prestigiosi atenei italiani e stranieri.

Le tipologie dei processi di bonifica

I processi di bonifica possono essere generalmente classificati in funzione del luogo in cui vengono applicati:

Il nostro know how in un vademecum

Le competenze maturate nella progettazione e nell’esecuzione dei tanti progetti di bonifica in tutto il territorio nazionale hanno consentito a Eni Rewind di sperimentare tecniche sempre più innovative e sostenibili allo scopo di massimizzare l’efficacia e l’efficienza degli interventi ambientali. Con la realizzazione di un vademecum sulle tecnologie di bonifica, la società ha voluto divulgare e mettere a disposizione il know how maturato sul campo, offrendo una panoramica che tiene conto sia della specifica tipologia di contaminanti sia del contesto ambientale. Una guida che, attraverso schemi, diagrammi, infografiche e fotografie, illustra, in un’ottica integrata e multidisciplinare, il complesso mondo delle bonifiche.

Leggi il documento

Eni Rewind S.p.A. - Società soggetta all’attività di direzione e coordinamento di Eni S.p.A.

Sede Legale
Piazza Boldrini, 1
20097 San Donato Milanese (MI)

Capitale sociale
€ 355.145.040,30 i.v.

Codice Fiscale e numero d’iscrizione Registro Imprese di Milano-Monza-Brianza-Lodi
n. 09702540155