Gas di petrolio liquefatti

GPL

Il GPL o gas di petrolio liquefatto è una miscela di idrocarburi che presentano la proprietà di esistere come gas a pressione atmosferica, diventando liquidi a temperatura ambiente se sottoposti ad una certa pressione.

Il GPL deriva dalla produzione di gas naturale e dalla raffinazione del petrolio grezzo, sul mercato viene venduto come miscela (propano/butano) o come propano o butano commerciale. Il GPL come miscela di propano e butano rappresenta circa il 5% di gas naturale: normalmente viene separato immediatamente subito dopo l'estrazione del gas non trattato che contiwne principalmente metano.
Il GPL, come il gas naturale, è una fonte di energia a "basso impatto ambientale" che viene impiegato nel settore residenziale e nei trasporti. Si tratta di un carburante biocompatibile in quanto la quantità di sostanze tossiche che contiene e i gas serra emessi nell'atmosfera durante la combustione - sia nel caso di uso domestico che di trasporti - è minore in percentuale rispetto ai tradizionali carburanti liquidi. Il GPL viene usato da oltre 100 anni, ma attualmente è la fonte di carburante alternativo di crescita maggiore.

Rispetto al gas naturale il GPL presenta il vantaggio che i serbatoi sono di dimensioni minori e di poter essere tenuto ad una pressione inferiore di soli 8 bar (il gas naturale viene conservato ad una pressione di 200 bar). Il motivo è che la liquefazione del GPL avviene a bassa pressione, occupando a tal punto solo 1/260 del suo volume gassoso.

 

 

Documenti scaricabili

[an error occurred while processing this directive]

Questa pagina è stata aggiornata il 15/05/12