Il movimento:
una forza della natura

N°65
27 Luglio 2020

“Energia” è un termine declinabile in mille modi diversi, in tutti gli ambiti. Ma la definizione più chiara è quella utilizzata dagli scienziati: per loro l’energia è la capacità di compiere un lavoro

Fin dall’antichità, una delle ambizioni dell’uomo è cercare di produrre energia dai fenomeni naturali per rendere più comoda, meno faticosa, la propria vita sulla Terra

Una vita più comoda

Tra i fenomeni più sfruttati nella storia c’è sicuramente il movimento: il vento che soffia o l’acqua che scorre generano energia cinetica, dal termine greco “kinema”, che vuol dire proprio “movimento”

La forza della natura

Un corpo in movimento produce più energia quanto maggiore è la sua velocità e quanto più elevata è la sua massa. Per sfruttare questa energia, però, è importante capire come convertirla per poterla utilizzare

Il concetto
di energia cinetica

Dato che l’energia non si crea né si distrugge, piuttosto si trasforma, anche quella cinetica può essere utilizzata in maniera diversa: nel corso dei secoli l’uomo ha capito come convertirla in energia elettrica, termica e meccanica

L’importanza della trasformazione