“Viviamo in una realtà caratterizzata dalle differenze e dagli squilibri”. Così l’AD di Eni, Claudio Descalzi, nel corso dell’evento 'Ognuno di noi' alla Nuvola, il 12 luglio, a Roma, ha parlato a tutta l’azienda collegata in streaming e ai 1700 manager presenti, del futuro del pianeta, di Eni e di tutti coloro che ne fanno parte. La sfida è soddisfare la domanda crescente di energia a livello mondiale con la necessità di ridurre le emissioni. La Cop21 è stato un grande passo avanti in questo senso, ma Eni vuole fare di più e giocare un ruolo di primo piano in questa partita che ci riguarda tutti.

Oggi le imprese dell’energia devono guardare al futuro senza pensare solo al proprio business, ma assumendosi grandi responsabilità. Eni ha da sempre una vocazione, un’identità, intrisa di responsabilità sociale. Puntiamo all’efficienza e resilienza dei nostri business, ma con ambizioni ancora più sfidanti: essere leader nella carbon neutrality e avere un impatto positivo per la società. Il pensiero innovativo e fuori dagli schemi è il motore della nostra crescita e proietta già nel presente di Eni l’innovazione del futuro. 

È fondamentale che la nostra ricerca scientifica venga riconosciuta, utilizzata e sempre più coinvolta. I ricercatori Alessandra Cominetti, Francesco Pasquali, Valerio Brocco, Rossella Bortolo e Filomena Castaldo raccontano il loro lavoro, che realizza i principi dell'economia circolare.

BIOFISSAZIONE

Filomena Castaldo, project manager del progetto di biofissazione dell’anidride carbonica, in collegamento da Ragusa racconta come viene prodotta la nuova materia prima biologica per la preparazione di green diesel.

WASTE-TO-FUEL

Valerio Brocco, responsabile dei progetti di valorizzazione energetica dei rifiuti urbani, illustra la tecnologia Waste-to-Fuel, una tecnologia che permette di valorizzare i rifiuti e trasformarli in energia e in un biocarburante di seconda generazione.

BIOMASSE

Rossella Bartolo dal Centro Ricerche per le Energie Rinnovabili e l’Ambiente di Novara, spiega la valorizzazione delle biomasse di scarto agroforestali e le tecnologie innovative lungo alcune linee di business downstream.

IL RACCONTO

Per Eni non coinvolgere, sentire, stimolare, chiamare, parlare con chi fa ricerca scientifica sarebbe folle. In questo momento dobbiamo raccontarci le cose, essere aggiornati. Studiare, lavorare produrre nuove ricerche, nuovi risultati e applicarli.

Claudio Descalzi

RICICLO PLASTICA

Francesco Pasquali dal Centro Ricerche Versalis di Mantova, racconta le tecnologie per il riciclo delle materie plastiche. In particolare parla del polisitirolo, una delle plastiche più diffuse nel mondo: leggero, resistente isolante.

FOTOVOLTAICO ORGANICO

Alessandra Cominetti, tecnico di laboratorio al Centro di Ricerche per le Energie Rinnovabili e l’Ambiente di Novara, insieme al suo team ha perfezionato la tecnologia dei pannelli solari organici applicandola a un sistema solare gonfiabile.

attività

  • alt

    Il nostro modello di business

    L’obiettivo maestro è creare valore nel lungo termine per gli stakeholder, vale a dire per tutti coloro che hanno a che fare con la compagnia, come per esempio le popolazioni locali dei Paesi che ne ospitano le attività.

CLimate change

Sostenibilita'

Tutta la nostra strategia sarà accompagnata da un profondo processo di digitalizzazione, innovazione e condivisione che ne determinerà un miglioramento continuo.

Siamo nella fase cruciale di questo processo, con 150 progetti trasversali a tutte le aree di business e oltre 150 manager coinvolti, con l'obiettivo di raggiungere importanti benefici economici operativi nel medio e breve termine.

alt image