Eni a fianco della Protezione Civile

Dossier

Io non rischio 2016

Eni a fianco della Protezione Civile

Rinnoviamo il nostro sostegno alla Protezione Civile anche in occasione dell’iniziativa “Io non rischio – buone pratiche di protezione civile”, il 15 e il 16 ottobre. La campagna del Dipartimento della Protezione Civile Nazionale ci informa sui rischi naturali, quali terremoto, maremoto e alluvione, che interessano il nostro paese.

Locandina La campagna

La campagna

Io non rischio

Io non rischio è un proposito, un’esortazione che va presa alla lettera. L’Italia è un paese esposto a molti rischi naturali, e questo è un fatto. Ma è altrettanto vero che l’esposizione individuale a questi rischi può essere sensibilmente ridotta attraverso la conoscenza del problema, la consapevolezza delle possibili conseguenze e l’adozione di alcuni semplici accorgimenti. La campagna ha lo scopo, quindi, di sensibilizzare la popolazione sui rischi connessi al proprio territorio, illustrando cosa è opportuno sapere e fare al verificarsi degli eventi.

Scopri le piazze
Gestione dell’emergenza

Gestione dell’emergenza

Eni con la Protezione Civile

Nel nostro settore, siamo all’avanguardia della pianificazione d’emergenza, pronti a rispondere alle emergenze nazionali che interessano
il nostro paese e che di conseguenza ci coinvolgono. Il coordinamento tra l’expertise messa a disposizione dalla nostra azienda e quella del Dipartimento della Protezione Civile ha potuto contribuire alla mitigazione dei potenziali effetti sugli asset aziendali e sulle nostre persone.

Emergenza terremoto

Emergenza terremoto

Con le popolazioni colpite dal terremoto

Durante le fasi immediatamente successive al recente terremoto che ha colpito l’Italia centrale, abbiamo collaborato attivamente con la Protezione Civile. Anche nel precedente sisma d’Abruzzo del 2009 abbiamo supportato la macchina dei soccorsi.

Il riconoscimento per il ruolo svolto nella gestione dell'emergenza conseguente al sisma d'Abruzzo

Vai al dossier

I nostri piani di risposta alle emergenze sono fondamentali per rispondere in maniera tempestiva. Flussi informativi, coordinamento, ruoli e responsabilità, logistica, sono solo alcuni degli argomenti che alimentano queste procedure. I piani d’emergenza sono il nostro direttore d’orchestra, spina dorsale di qualsiasi team che si trovi a dover trattare la gestione di uno scenario incidentale in corso.

La gestione delle emergenze parte da lontano, ed è soprattutto preparedness. Preparazione che si alimenta a sua volta di prevenzione, aspetti che al pari della gestione devono trovare ampio risalto all’interno dei piani d’emergenza.