Eni con l'Italia

Dossier

Eni con l'Italia

Il cane a sei zampe sponsor della FIGC

Eni è con l’Italia: è Top Sponsor delle 17 squadre nazionali della FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio) fino alla fine del 2018. Lo sport è per Eni lingua universale e luogo di incontro tra diverse culture, con valori condivisibili legati allo spirito di squadra, alla salute della persona, all’integrazione e al rispetto reciproco. Eni è anche Sponsor Ufficiale dei Centri Federali Territoriali (CFT), un progetto Federcalcio che monitora i calciatori più promettenti e si occupa della loro crescita tecnica per fornire un'ulteriore attività formativa di eccellenza parallela a quella svolta con i rispettivi club.

Basilicata

Eni è partner del CFT di Potenza-Viggiano, il secondo in Basilicata, che si trova presso il campo sportivo Coviello e che è stato inaugurato il 7 marzo 2018. È una preziosa opportunità per i ragazzi per vivere attraverso il calcio un progetto di educazione e formazione.

Leggi la news

PER LA COMUNITÀ

  • Presentato il progetto “Il nostro calcio con Eni”

    I ragazzi al centro

    Mettere al centro il calcio dilettantistico, promuovere progetti per lo sviluppo della pratica e della cultura sportiva, favorire l’integrazione, la salute e la formazione dei giovani. Sono gli obiettivi dell’iniziativa realizzata dal Comitato Regionale della Lnd Basilicata con il supporto di Eni che sarà sponsor per il biennio 2018-2019.

    LEGGI LA NEWS

Abbiamo deciso di sostenere attraverso una sponsorship, fino alla fine del 2018, anche il settore giovanile e scolastico della Federazione nel progetto dei Centri Federali Territoriali (CFT). Si tratta dei poli territoriali di eccellenza per la valorizzazione e la formazione tecnico-sportiva di giovani calciatori e calciatrici di eta compresa tra i 12 e i 14 anni.

BENESSERE

  • CFT Gela

    La cultura dello sport e della salute

    Il nuovo CFT di Potenza-Viggiano conferma l'impegno sul territorio da parte di Eni. Il progetto si basa infatti su valori fondamentali, come l'integrazione, l'aggregazione, il gioco di squadra, il rispetto delle regole e la salute, che Eni condivide e sceglie di promuovere. Come? Credendo e investendo in progetti che formano le nuove generazioni, come il nuovo centro in Basilicata. In particolare la tutela della salute e la promozione di corretti stili di vita sono al centro degli obiettivi di Eni e, in questo contesto, rafforzare la cultura dello sport significa proprio promuovere quella della salute a favore dei giovani.

    Scopri di più

CALCIO GIOVANILE

  • CALCIO GIOVANILE

    Tra divertimento e obiettivi importanti

    Più di 200 giovani calciatori tesserati, genitori e tecnici insieme al Commissario Tecnico della Nazionale Roberto Mancini si sono confrontati su sogni, passioni, entusiasmi durante l’incontro “Il calcio giovanile e scolastico - il gioco di squadra”. L’iniziativa, organizzata dal Comitato Regionale della Lnd Basilicata, si è svolta al palazzetto dello sport di Villa d’Agri, in provincia di Potenza, nell’ambito del progetto “Il nostro calcio con Eni”.

    Leggi la nota
Progetto Rete!

Progetto Rete!

Il calcio per l’inclusione sociale

Insieme alla FIGC Eni promuove il progetto "Rete!” che coinvolge in attività sportive i minori stranieri non accompagnati e neo maggiorenni, tra i 16 e i 19 anni, richiedenti protezione internazionale residenti presso centri di accoglienza di tutta Italia. La FIGC ha illustrato i risultati dello studio scientifico che identifica le modalità in cui il calcio può essere utilizzato nei contesti di maggiore vulnerabilità e predisposizione al disagio psichico, come nei soggetti richiedenti asilo e rifugiati, e quanto possa rappresentare un veicolo di integrazione.

Vai al sito

Tra educazione e sport, gli highlight di un'iniziativa speciale dedicata ai giovani.

Claudio Granata, Chief Services & Stakeholder Relations Officer di Eni, illustra le ragioni della collaborazione: "È un’unione, quella con la Federazione, che abbiamo voluto fortemente. Eni, così come la Nazionale, esprimono tradizioni e valori del nostro Paese che rappresentiamo".