i
Eni in Kazakhstan

Dossier

I traguardi di Eni in Kazakhstan

Successi esplorativi che vengono da lontano.

Eni è presente in Kazakhstan dal 1992. Un luogo di sinergie e costante approccio all’analisi delle pratiche migliori, come per le attività svolte nei siti di Karachaganak e Kashagan. Qui nasce anche un racconto fatto di nuove tecnologie, attenzione alle rinnovabili e, soprattutto, alle persone: la vera energia di Eni.

UPSTREAM

UPSTREAM

Le attività di Eni in Kazakhstan

Siamo attivi da oltre vent’anni nel Paese. Eni è co-operatore del giacimento di Karachaganak e partecipa al North Caspian Sea Production Sharing Agreement (NCSPSA). Nel 2018 abbiamo acquisito la gestione del blocco di Isatay, insieme con la compagnia nazionale KazMunaiGas. A luglio del 2019 abbiamo ottenuto i diritti di esplorazione e produzione nella concessione di Abay.

Scopri di più

RINNOVABILI

  • RINNOVABILI

    Un Kazakhstan rinnovabile

    Fin dall'inizio la sostenibilità è stata al centro dell'approccio di Eni: stiamo costruendo valore sul lungo periodo. Il primo grande investimento nelle rinnovabili è rappresentato dal parco eolico di Badamsha, con una produzione energetica annua di circa 198 GWh.

    Approfondisci
SOSTENIBILITÀ

SOSTENIBILITÀ

Capitale umano e progetti sociali

In Eni curiamo le nostre persone e siamo attenti ai bisogni delle comunità che ci ospitano. Per questo formiamo chi lavora per noi, investendo al contempo in progetti per le comunità e per le persone con cui entriamo in contatto. Una questione di rispetto e gratitudine.

Continua

eniday

Luci sul Kazakhstan

Un viaggio sui treni che portano tra le steppe del Paese. Luci di una terra lontana, ma che si lascia scoprire passo dopo passo, racconto dopo racconto. Un emozionante podcast del regista Andrea Segre.

Leggi l’articolo

Alcuni dati che raccontano una storia lunga e di successo. Ecco una selezione dei risultati esplorativi raggiunti nel 2018.

eni