Intesa storica

Dossier

Intesa storica

In Medio Oriente dagli anni Cinquanta con lo sguardo verso il futuro.

In Medio Oriente dagli anni Cinquanta con lo sguardo verso il futuro.

Un legame importante, che ci permetterà di crescere, rafforzare l’integrazione e incrementare la nostra capacità di raffinazione. È quello sancito dall’accordo con Abu Dhabi National Oil Company (ADNOC) Refining il 27 gennaio 2019, grazie al quale Eni acquisisce una quota nell’attività di raffinazione dell’azienda mediorientale.  Si tratta di una delle operazioni più rilevanti mai condotte nel settore della raffinazione e riflette la dimensione, la qualità e il potenziale di crescita degli asset di ADNOC Refining.

Questi accordi consolidano la nostra forte partnership con ADNOC. Nell’arco di meno di un anno, siamo stati in grado di creare un hub con attività upstream d’eccellenza e una capacità di raffinazione efficiente, di grandi dimensioni e con ulteriore potenziale di crescita.

Claudio Descalzi

L'AD Claudio Descalzi illustra i termini dell’accordo con ADNOC Refining: dall’Italia al Medio Oriente, condividendo strategie e competenze in un hub sempre più importante. "Abbiamo sviluppato in Italia diverse tecnologie che possono aumentare la flessibilità, l'efficienza e l'efficacia di Ruwais".

Quello di Abu Dhabi è l’ultimo di una serie di accordi firmati negli Emirati Arabi a gennaio 2019. L’accordo in ambito raffinazione può contare anche su una posizione geografica vantaggiosa da cui fornire mercati in Africa, Asia ed Europa: ADNOC Refining opera tre raffinerie, situate nelle aree di Ruwais e Abu Dhabi, con una capacità di raffinazione complessiva che supera i 900 mila barili al giorno. Il complesso di raffinazione di Ruwais è il quarto a livello mondiale in termini di capacità produttiva e garantisce un elevato livello di conversione.

Medio Oriente: l’esplorazione continua

Eni sigla nuovi accordi commerciali con gli Emirati Arabi. L’inchiostro della penna dell’Amministratore Delegato di Eni Claudio Descalzi sta finendo dopo un gennaio speso in firme, che ha visto Eni siglare un accordo commerciale petrolifero multimilionario negli Emirati Arabi e assicurarsi otto nuovi accordi di esplorazione e produzione nella penisola Arabica…

In questo accordo Eni contribuirà allo sviluppo tecnologico avendo già maturato nelle sue raffinerie europee una vasta esperienza nei processi e nelle attività di ottimizzazione: sempre più valore al business.

Nell’ambito dell’Atlantic Council Global Forum e del World Energy Summit di Abu Dhabi, a gennaio 2019 abbiamo firmato accordi di importanza strategica con Emirati Arabi Uniti, Oman e Bahrain per l’esplorazione e la messa in produzione di grandi giacimenti a olio e a gas, offshore e onshore. Innovazione tecnologica, competenza scientifica, velocità di start up e collaborazione con i Paesi ospitanti ci hanno permesso di consolidare la nostra presenza in un’area fondamentale per lo sviluppo dell’industria energetica.

La nostra società metterà a disposizione le sue competenze esplorative e tecnologia all'avanguardia per svelare l’ulteriore potenziale nell’offshore di Abu Dhabi.

Claudio Descalzi

Eni comincia l’attività esplorativa ex novo ad Abu Dhabi. Nella strategia di concessione di licenze a società internazionali da parte dell'Emirato, i blocchi 1 e 2 sono i primi a essere assegnati tra quelli messi all'asta da ADNOC nell'aprile del 2018.

Oltre agli Emirati Arabi Uniti, all’Oman e al Bahrain, in Medio Oriente siamo presenti anche in Libano e in Iraq.

Esplorazione e sviluppo

Esplorazione e sviluppo

Risorse e creazione di valore

Fondiamo il nostro lavoro sulla passione e sull’innovazione. I nostri obiettivi nel campo dell’esplorazione e sviluppo sono principalmente quattro: risorse a costi bassi, flessibilità nel breve termine, creazione di valore sostenibile e crescita nel lungo periodo in tutti i Paesi nei quali operiamo.

Approfondisci
Successful Exploration

Innovazione

I segreti del sottosuolo

Lo studio accurato del sottosuolo ci consente di analizzare e pianificare in modo scrupoloso tutte le nostre attività. In particolare, per l’analisi del suolo ci serviamo di due approcci innovativi: il modelling geologico e l’elaborazione dei dati geofisici.

Scopri di più

RAFFINAZIONE

A valle della filiera produttiva

Innovazione, qualità, modernizzazione degli impianti: stiamo rafforzando la nostra presenza nel settore della raffinazione. Refining & Marketing comprende le attività di approvvigionamento, fornitura, lavorazione, distribuzione e marketing di carburanti e prodotti chimici.

Approfondisci

Nel loro insieme, tutti questi progetti rafforzano una presenza ormai storica in Medio Oriente: Eni opera in quest’area dagli anni Cinquanta del Novecento grazie all’intraprendenza del fondatore Enrico Mattei, che seppe creare collaborazioni proficue e durature con i Paesi produttori.

alt image