Lo sport per tutti

governance

Lo sport per tutti

Eni partner dei Giochi Paralimpici di Rio 2016

Il cane a sei zampe a Rio de Janeiro con i Giochi Paralimpici, dal 7 al 18 settembre.
Giorni in cui la città brasiliana, raccogliendo il testimone di Londra 2012,
diventerà capitale mondiale dello sport paralimpico, con atleti provenienti da tutto il mondo.

La sponsorizzazione

  • La sponsorizzazione

    Lo sport, lingua universale che unisce le persone, è per Eni occasione di incontro tra diverse culture fondata sulla comune osservanza delle regole e sul reciproco rispetto. Per questo abbiamo scelto di diventare partner del Comitato Italiano Paralimpico (CIP) per Rio 2016, condividendo i valori positivi dello sport, contro le discriminazioni e nel rispetto della dignità di ciascuno.

    Scopri di più

Le Paralimpiadi in numeri

  • 23sport

    23 sport

  • 528eventi

    528 eventi

  • 21sedi

    21 sedi

  • 176paesi

    176 paesi

Il campione

Questa è una vittoria combattuta innanzitutto contro me stesso. Un oro che voglio dedicare agli altri atleti della Nazionale e all’intero sport paralimpico. Mi auguro che tutto questo possa rappresentare uno stimolo per gli altri componenti del team azzurro, affinché possano andare sempre avanti.

Oney Tapia, Oro nel lancio del disco F11 a Grosseto 2016

Lo scorso 27 settembre abbiamo accolto, presso gli uffici di Palazzo Mattei,  i campioni e le campionesse italiani dei Giochi Paralimpici di Rio 2016 per festeggiare insieme i grandi successi ottenuti.

Eni è presente con uno stand a Casa Italia, presso la Parroquia Imaculada, a circa 20 minuti dal villaggio olimpico e paralimpico in Barra de Tjuca.  In occasione di Rio 2016, Casa Italia si appresta ad affrontare una nuova sfida: diventare vetrina di quei valori di condivisione e integrazione che avvicinano il mondo dello Sport Paralimpico ai valori di solidarietà cristiana.

Europei di atletica leggera paralimpica

Eni è stata Gold Partner agli Europei paralimpici, lo scorso giugno a Grosseto. La squadra italiana ha raggiunto importanti risultati: ricordiamo in particolare i due ori vinti dagli azzurri Oney Tapia, nel lancio del disco F11 con il nuovo record italiano, e Martina Caironi, oro sui 100 metri di categoria T42.

La prima edizione delle Olimpiadi dedicata agli atleti con sindrome di Down si è svolta a Firenze dal 15 al 22 luglio. La Nazionale azzurra, con 86 atleti ai giochi, si aggiudica la prima edizione della manifestazione, con ben 109 medaglie: 46 ori, 34 argenti e 29 bronzi.