Le carote di fondo

Storie e persone

Le carote di fondo, un mondo davvero affascinante

I campioni di rocce raccontano le storie della Terra.

Andrea Ortenzi, responsabile tecnico dei laboratori di geologia a Bolgiano, ci accompagna nel centro ricerche Eni di San Donato Milanese, punto di ingresso di tutti i campioni di fluidi e di roccia che vengono prelevati dai nostri pozzi in giro per il mondo. “Per arrivare a conoscere la storia di un giacimento attraverso i campioni, quel giacimento dobbiamo scoprirlo”. Cosa c’è dietro la scoperta di un giacimento? Competenze, innovazione e spirito di collaborazione sono alla base dei nostri successi. A partire dalle tecnologie per lo studio del sottosuolo.

Maximize Recovery

Maximize Recovery

Campioni del mondo

I primi campioni sono arrivati negli anni Trenta e oggi costituiscono una grande ricchezza. Le carote di fondo rappresentano uno spaccato verticale del nostro serbatoio di idrocarburi. Ci raccontano l’età della roccia, ne misurano la porosità e permeabilità e consentono di prevedere la produzione di idrocarburi nel tempo.

Scopri di più

Il commento del geologo

foto di Mattei

Esplorare il sottosuolo è un'attività che sfrutta tecnologie avanzate e che spesso richiede anche la riproduzione in laboratorio di eventi geologici complessi.

Andrea Ortenzi

Safety & Environment

Safety & Environment

Esplorazione a basso impatto ambientale

Le carote di fondo ci permettono anche di capire l'ambiente in cui si sono depositate. Eni è fortemente impegnata a ridurre l’impatto ambientale delle sue attività e a garantire la sicurezza degli impianti.

Continua a leggere

Quando le carote arrivano in laboratorio vengono studiate dai nostri tecnici. L’analisi ci consente di ricostruire quello che è avvenuto all'interno del nostro giacimento nel corso dei milioni di anni della sua storia. Ecco come.

L'indice di efficienza del reservoir nelle rocce terrigene

Pazienza e passione caratterizzano il lavoro del petrografo, colui che studia la storia e la qualità della roccia e ne determina l’indice di efficienza.

Reservoir

Reservoir

È la roccia serbatoio di origine sedimentaria: contiene il petrolio ed è in grado di trattenere o di cedere il fluido. Porosità e permeabilità la caratterizzano.

Petrografia

Petrografia

Disciplina delle scienze geologiche che studia la qualità delle rocce serbatoio determinata dalle caratteristiche originarie e dall’evoluzione della struttura interna.

e-rei

e-rei

Indice di efficienza del reservoir, correlato alla permeabilità e porosità del serbatoio, utile a ottimizzare le fasi di sviluppo e produzione.

Ogni tipologia di roccia è caratterizzata da determinati valori di densità, che è possibile ricostruire. Grazie alla tecnologia Gravity Gradiometry (GG) possiamo ricavare preziose informazioni sul tipo di rocce presenti nell'area e sulle loro geometrie nel sottosuolo. Dai primi anni 2000 Eni è stata pioniera nell'utilizzo di questa tipologia di dato.

Esplorare il sottosuolo con la Gravity Gradiometry

L'esplorazione si conferma al centro della nostra strategia di crescita.