Storie e Persone

Storie e Persone

Dopo Zohr, un nuovo grande risultato nell’ambito dell’esplorazione in Egitto: in 13 mesi Nooros ha raggiunto, prima del previsto, una produzione di gas pari a 20 milioni di metri cubi al giorno, un record straordinario ottenuto grazie alla competenza del team operativo. Eni, ancora una volta, è protagonista di un successo.

Il campo si trova in Egitto nell’offshore del Delta del Nilo. Il gas prodotto nei sette pozzi oggi esistenti vengono inviati ad Abu Madi per essere trattati e poi immessi nella rete nazionale. Scoperto a luglio del 2015 il giacimento è stato messo in produzione a settembre dello stesso anno.

ENI NEL MONDO

La presenza di Eni in Egitto

L’Egitto è stato il primo Paese in cui si è recato Enrico Mattei che nel 1954, d’accordo con Nasser, siglò un contratto per costituire la società italo-egiziana Cope. Per la prima volta venne applicata una nuova formula petrolifera passata alla storia come “formula Mattei” grazie alla quale il Paese produttore partecipa in prima persona all’attività di ricerca petrolifera. Oggi le nostre attività esplorative in Egitto si dividono tra Golfo di Suez (petrolio) e Delta del Nilo (gas).

Continua a leggere
Come ci siamo riusciti?

STORIA DI NOOROS

Come ci siamo riusciti?

Livello di produzione altissima, in anticipo rispetto alle previsioni: il nostro segreto si nasconde in fondo agli ultimi pozzi perforati nell’area (Nidoco N1 e NW2). Con la perforazione di nuovi pozzi di sviluppo prevediamo di raggiungere, nella primavera del 2017, la produzione di 160.000 boe al giorno.

Approfondisci

ZOHR