In soli tre anni, e con 5 mesi di anticipo sul programma, parte la produzione dal campo di Cabaça South East. Un risultato che porterà a 150.000 barili la produzione del prolifico Blocco 15/06.

Siamo orgogliosi di quello che abbiamo saputo fare nel Blocco 15/06. Grazie alla nostra visione nello sviluppo dei giacimenti e nella gestione dei progetti, siamo riusciti ad avviare l’East Hub con un time-to-market di 3 anni e un anticipo di 5 mesi rispetto al programma originario.

Claudio Descalzi, AD Eni

La produzione avviene attraverso l’unità galleggiante di produzione e stoccaggio (Floating Production Storage and Offloading, FPSO) Armada Olombendo, una nave che può produrre fino a 80.000 barili di petrolio al giorno e comprimere fino a 3,4 milioni di metri cubi di gas al giorno. Con 9 pozzi sottomarini e 4 collettori posti a una profondità di 450 metri, la FPSO Olombendo metterà in produzione il campo di Cabaça South East, a 350 chilometri a nordovest di Luanda e 130 chilometri a ovest di Soyo.

  • Agosto 2009

    Viene realizzato il pozzo di esplorazione Cabaça North-1.

    2009
  • Maggio-agosto 2010

    Vengono costruiti i pozzi di esplorazione Cabaça SE1-ST1 e Cabaça SE2.

    2010
  • Dicembre 2013

    Il Piano generale di sviluppo e produzione (GDPP) per l’East Hub è approvato dalla Joint Venture dei Partners e presentato alla concessionaria.

    2013
  • 2014-2016

    Completamento della FPSO Armada Olombendo presso il cantiere navale Keppel a Singapore. La FPSO nasce dalla conversione di una petroliera a doppio scafo.

    2014-2016
  • 14 ottobre 2016

    Si svolge la cerimonia di battesimo della FPSO alla presenza di rappresentanti di Eni e delle istituzioni angolane.

    2016
  • Novembre-dicembre 2016

    La FPSO circumnaviga il Sudafrica e arriva in Angola.

    2016
  • Febbraio 2017

    East Hub Angola: avviata in anticipo la produzione.

    2017
 

Il progetto East Hub, parte del blocco 15/06, consiste nello sviluppo del giacimento di Cabaça. I pozzi raggiungono profondità di 2.700 metri dal livello mare.

Il progetto West Hub, in produzione dalla fine del 2014, rappresenta la prima attività operata da Eni nel Paese. Lo schema di sviluppo prevede l’allacciamento alla FPSO N’goma delle numerose scoperte. Il progetto include lo sviluppo di 5 giacimenti con l'allaccio di 30 pozzi di cui 17 produttori e 13 iniettori. Attualmente sono collegati 23 pozzi. Tra il 2018 e il 2019 verranno allacciati i pozzi dei campi Ochigufu e Vandumbu. Lo sviluppo prevede pozzi di iniezione alternating gas/acqua.

Eni in Angola

Eni in Angola

Una storia di successi e sviluppo

Nel 1980 l'Angola, che aveva ottenuto l’indipendenza dal Portogallo nel 1975, aprì alla ricerca di idrocarburi alle compagnie petrolifere straniere. Da allora siamo attivi nel Paese nell’ambito dell’offshore convenzionale e profondo e svolgiamo attività e progetti mirati allo sviluppo del territorio e alla creazione di valore sostenibile.

Approfondisci

East Hub

Per consolidare una partnership strategica lavoreremo insieme a Sonangol per condividere know-how e competenze, per aumentare l’accesso all'energia, contribuendo così allo sviluppo locale.

Claudio Descalzi

I numeri di East Hub