visore-futuro-sostenibile-stretta-mani

Insieme per un futuro sostenibile

Il nostro impatto positivo sulla società attraverso le collaborazioni.

Un mondo sostenibile è un obiettivo strategico a cui Eni guarda con fiducia, attuando collaborazioni e alleanze che aiutino a raggiungere il traguardo. Sono molte le iniziative che mettiamo in atto in partnership per promuovere lo sviluppo e l’accesso all’energia.

Finanza sostenibile: Eni partecipa alla campagna guidata dall’UN Global Compact

Durante la 76a sessione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite si è tenuto lo speciale evento UN Global Compact (Uniting Business LIVE), in cui Eni, in accordo con altre aziende, ha annunciato un investimento quinquennale a supporto degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs).  

Parliamo di un impegno collettivo iniziale di oltre 500 miliardi di dollari, affiancato da una campagna coordinata con il Global Compact delle Nazioni Unite – la CFO Taskforce – per reclutare centinaia di aziende pronte ad adottare strategie e impegni simili. I CFO si sono impegnati a vincolare quasi il 50 percento di tutti i finanziamenti aziendali alle prestazioni di sostenibilità, con piani per emettere centinaia di miliardi in nuovi strumenti di finanza sostenibile, inclusi specifici Bond legati agli SDGs.

La partecipazione di Eni alla CFO Taskforce si inserisce nel percorso di finanza sostenibile intrapreso da Eni nell’ultimo anno:

Eni nel Global Compact LEAD delle Nazioni Unite

A settembre 2021 Eni è stata confermata, per il terzo anno consecutivo, come impresa LEAD per l'impegno costante all'interno del Global Compact delle Nazioni Unitela più grande iniziativa di sostenibilità aziendale del mondo, alla quale aderiamo dal 2001. Il Global Compact invita le aziende ad allineare azioni e strategie con dieci principi nei settori dei diritti umani, del lavoro, dell'ambiente e della lotta alla corruzione e ad agire per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Questo riconoscimento è un'importante testimonianza del nostro impegno a integrare la sostenibilità in ogni aspetto delle nostre attività e a trasformare la nostra industria rispettando la dignità di ogni essere umano, rimanendo aperti a nuove frontiere tra cui quella della finanza sostenibile a sostegno degli SDGs.

Claudio Descalzi
PDF 83.33 KB

Eni e UNIDO pionieri della cooperazione pubblico-privata

Al fine di creare sinergie che aiutino a costruire un domani sostenibile, è fondamentale la dichiarazione congiunta sottoscritta con l’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo industriale (UNIDO) per contribuire al conseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Si tratta di una cooperazione focalizzata su aree di interesse comune: dall’occupazione giovanile alla catena di valore della filiera agroalimentare, dall’energia rinnovabile all’efficienza energetica, in particolare in Africa. È l’avvio di un modello pionieristico di collaborazione pubblico-privato, un modello che può contribuire alla crescita delle comunità e dei Paesi in cui operiamo. Un lavoro che unisce pubblico e privato verso il raggiungimento di grandi obiettivi per il futuro del Pianeta, con particolare attenzione al continente africano.

La dichiarazione tra Eni e UNIDO è stata sottoscritta dall'Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi, e dal Direttore Generale di UNIDO, LI Yong. Una cooperazione strategica che porta a interazioni concrete di business e che punta all’interazione pubblico-privato per un'industrializzazione sostenibile dell'Africa.

Un futuro sostenibile

Accordo Eni e UNIDO - Affaritaliani intervista Claudio Descalzi

PDF 77.31 KB

Con l’Onu per lo sviluppo sostenibile

In occasione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite del 24 settembre 2018 abbiamo firmato un Memorandum of Understanding con il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP) per favorire il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile con particolare riguardo all’accesso all’energia entro il 2030.

Uniti per un futuro pulito

Siamo parte della Oil and Gas Climate Initiative (OGCI), nata nel 2014 e guidata dai CEO delle compagnie Oil & Gas per rispondere ai cambiamenti climatici con iniziative pratiche e investimenti in tecnologie low-carbon. Oggi i 13 membri che compongono OGCI rappresentano circa il 30% della produzione mondiale di petrolio e gas e forniscono quasi il 20% del consumo globale di energia primaria.

Un impegno continuo

La nostra strategia per un futuro low-carbon prevede anche l’adozione di un sistema sicuro, trasparente e condiviso di rendicontazione degli scambi di emissioni di carbonio. Per questo, alla fine del 2018, abbiamo aderito alla Katowice Declaration on Sound Carbon Accounting promossa da IETA nell’ambito della COP 24 e firmata da organizzazioni ambientaliste, operatori nel trading e compagnie energetiche globali.