Eni: a Porto Marghera riflettori puntati sulla sicurezza

Versalis e Syndial siglano il Patto con le imprese, spettacolo teatrale a Mestre

31 agosto 2017
2 min di lettura
31 agosto 2017
2 min di lettura

Porto Marghera (Venezia), 31 agosto 2017 – È stato sottoscritto oggi il "Patto per la sicurezza", un vero e proprio contratto tra Versalis, Syndial e le oltre cinquanta imprese che operano a Porto Marghera con il formale impegno a garantire l’obiettivo “zero infortuni”.

La firma del Patto prevede il raggiungimento di obiettivi concreti, misurabili e costantemente monitorati: «zero infortuni, costante miglioramento degli indici di prestazione delle imprese, cantieri ordinati e puliti, uso corretto dei dispositivi di protezione individuale e delle attrezzature nonché completa integrazione e collaborazione sulla sicurezza» tra le imprese Eni e le ditte contrattiste, e vede il coinvolgimento del Safety Competence Center, il centro di eccellenza sulla sicurezza di Eni, nel quale operano circa 140 specialisti appositamente formati.

Alla sottoscrizione del “Patto per la sicurezza” seguirà lo spettacolo teatrale “Il Patto che ti salva la vita” - di e con Silvia Cattoi, Juri Piroddi e Giammanrco Mereu - che andrà in scena giovedì pomeriggio al Teatro Corso di Mestre (Venezia), alle ore 17 e a ingresso libero.

La rappresentazione, che è un’iniziativa delle società Versalis e Syndial a Porto Marghera alla quale sono stati invitati i dipendenti e i lavoratori delle imprese terze, mette in scena situazioni, personaggi e filmati che mostrano alcuni comportamenti sul lavoro, sulle strade e nella vita quotidiana che possono avere impatto sulla propria incolumità e su quella delle altre persone, e invita a cambiare rischiose abitudini, spiegando come l’impegno per la sicurezza sia un atto di amore verso se stessi e verso la comunità. 

L’iniziativa, che è già stata rappresentata a Mantova e a Porto Torres, testimonia l’impegno di Eni nella promozione di attività finalizzate a sensibilizzare le persone del territorio che ospita le proprie attività produttive in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro e si pone l’obiettivo di sperimentare l’utilizzo dei codici teatrali per riflettere riguardo a un tema importante come quello della sicurezza e della diffusione della cultura che deve sostenerla.