Eni è tra le vincitrici del concorso nazionale Orientagiovani 2016 di Confindustria

Eni è una delle tre aziende vincitrici della XII edizione del concorso nazionale Orientagiovani 2016, lanciato da Confindustria in collaborazione con Assoimprenditori Alto Adige.

10 novembre 2016
4 min di lettura
10 novembre 2016
4 min di lettura

Eni è stata premiata per il suo investimento in formazione e orientamento, realizzato attraverso una serie di iniziative integrate, recentemente arricchite in maniera importante dal progetto alternanza scuola-lavoro e dal progetto di apprendistato di primo livello.

 

Confindustria premia Eni al concorso nazionale Orientagiovani 2016 per l’eccellenza del suo impegno nelle iniziative di orientamento dei giovani, in particolare per i progetti di alternanza scuola-lavoro e apprendistato.

 

San Donato Milanese (Milano), 10 novembre 2016 - Eni è una delle tre aziende vincitrici della XII edizione del concorso nazionale Orientagiovani 2016, lanciato da Confindustria in collaborazione con Assoimprenditori Alto Adige. Il concorso è parte della XXIII edizione della Giornata Nazionale Orientagiovani che si è svolta oggi presso l’aula magna della Libera Università di Bolzano e ha premiato le aziende che si sono distinte per l’eccellenza delle iniziative di orientamento verso i giovani, attraverso collaborazioni virtuose con Università, Scuole e ITS.

Eni è stata premiata per il suo investimento in formazione e orientamento, realizzato attraverso una serie di iniziative integrate, recentemente arricchite in maniera importante dal progetto alternanza scuola-lavoro e dal progetto di apprendistato di primo livello. Entrambi i progetti sono stati inseriti nel Protocollo firmato l’8 giugno 2016 da Eni con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e successivamente ampliato lo scorso 25 luglio.

Eni offre agli studenti dei licei e degli Istituti tecnico-professionali l’opportunità di avvicinarsi al mondo del lavoro e di conoscere più da vicino le principali attività e le competenze richieste da un grande gruppo industriale del settore Oil&Gas.

L’iniziativa alternanza scuola-lavoro coinvolgerà circa 3.350 studenti nel triennio 2016/18, cifra che va ben oltre l’impegno di 2.300 assunto nel protocollo di intesa siglato con MIUR e MLPS. Eni ha progettato e realizzato una serie di iniziative formative diversificate per argomenti e per modalità come, ad esempio, corsi in e-learning sulle attività, workshop sulle competenze professionali, corsi su diverse tematiche tecniche e organizzative caratteristiche dell’azienda, visite ai laboratori e agli impianti industriali.

Il programma di alternanza scuola-lavoro di Eni non mira soltanto al trasferimento di conoscenze tecniche specialistiche, ma punta a dare una visione del contesto energetico, a fornire un contributo all’orientamento professionale dei ragazzi permettendo loro di vedere da vicino i ruoli professionali tipici di Eni, a fornire spunti per maturare competenze trasversali utili ad inserirsi ed integrarsi nel mondo del lavoro.

Il progetto di apprendistato di primo livello ha visto già l’attivazione di 140 contratti a favore di studenti degli ultimi due anni delle scuole superiori, rispetto all’impegno preso di stipula di 175 contratti, sottoscritto nel Protocollo di intesa con i Ministeri. Gli studenti sono stati assunti nei siti di Viggiano (PZ), Gela (CL), Sannazzaro de’ Burgondi (PV), Livorno, San Donato Milanese (MI), Ravenna e Venezia,

Le iniziative di alternanza e apprendistato di Eni si inseriscono all’interno di una complessiva strategia che comprende sia l’organizzazione di eventi dedicati all’orientamento degli studenti prossimi al diploma sia le attività di collaborazione con il mondo universitario per la diffusione e la crescita della cultura e delle competenze energetiche in Italia. Eni, infatti,  progetta e realizza, in collaborazione con prestigiosi atenei, sia Master di secondo livello sia Lauree Magistrali che prevedono codocenza aziendale, stage e borse di studio a supporto.