Eni: individuata tempestivamente effrazione ai danni dell’oleodotto Sannazzaro - Fiorenzuola

L’oleodotto è stato tempestivamente depressurizzato e il tratto interessato è stato isolato.

19 ottobre 2016
1 min di lettura
19 ottobre 2016
1 min di lettura

San Donato Milanese (MI), 19 ottobre 2016 – Eni, grazie all’efficacia dei sistemi di monitoraggio installati sulla propria rete oleodotti, la notte scorsa ha tempestivamente individuata e localizzata una effrazione sull’oleodotto Sannazzaro de’ Burgondi (PV) – Fiorenzuola d’Arda (PC), in località San Bonico (PC).

Rilevato l’allarme presso la propria sala controllo, Eni ha provveduto ad avvertire immediatamente le forze dell’ordine, che sono prontamente accorse sul luogo dell’effrazione.

L’oleodotto è stato tempestivamente depressurizzato e il tratto interessato è stato isolato. La squadra di emergenza Eni ha rinvenuto l’effrazione nel punto segnalato dai sistemi di monitoraggio e ha immediatamente attivato gli interventi di messa in sicurezza propedeutici alla bonifica dei terreni interessati dallo sversamento di gasolio.

I ladri, probabilmente disturbati dall’arrivo delle forze dell’ordine, sono riusciti a fuggire, abbandonando le attrezzature utilizzate per compiere il tentativo di furto.