visore2-maker-faire-2021.jpg

Maker Faire Rome 2021 riparte dal Gazometro

Eni è Main Partner della manifestazione sull’innovazione che si svolge a Roma dall’8 al 10 ottobre.

04 ottobre 2021
5 min di lettura
04 ottobre 2021
5 min di lettura

Innovazione per un futuro sempre più sostenibile

Fast Forward | The Future In The Making è il titolo della nona edizione di Maker Faire Rome - The European Edition, di cui siamo Main Partner, si tiene dall’8 al 10 ottobre 2021 negli spazi Eni nell'area dell'ex Gazometro a Roma Ostiense. Per la manifestazione dedicata a maker e innovatori si tratta di una ripartenza in modalità phygital, per una fruizione sia in presenza che online, mediante l’iscrizione gratuita alla piattaforma. Eni 2050. Road through Innovation è il titolo dell’installazione diffusa con cui raccontiamo passato, presente e futuro di un luogo destinato a diventare punto di riferimento per le nuove energie e l’innovazione inquadrandolo nel percorso e le tecnologie che ci consentiranno di raggiungere la neutralità carbonica di tutti i nostri prodotti e processi al 2050.

La transizione energetica è anche una transizione tecnologica

Innovazione tecnologica ed economia circolare, insieme con le competenze, sono le leve strategiche per raggiungere gli ambiziosi obiettivi di decarbonizzazione che Eni si è data. Dalla continua condivisione fra la ricerca e sviluppo e le diverse aree aziendali emerge il ruolo fondamentale che le tecnologie e la loro applicazione hanno in questa strategia. Per offrire ai nostri clienti un mix completo di soluzioni a zero emissioni, infatti, dovremo sviluppare processi sempre più efficienti assieme a nuove fonti e nuovi vettori energetici.

Il Gazometro: Perimetro dell’Innovazione

L’innovazione, per accadere, ha bisogno di luoghi che possano catalizzarla e trasformarla in concrete iniziative imprenditoriali, come l’area dell’ex Gazometro nel quartiere Ostiense a Roma dove Eni sta procedendo al recupero delle strutture industriali e alle opere di bonifica. Abbiamo infatti scelto di trasformare questo spazio iconico in un grande distretto italiano dell’innovazione che già ospita Joule, la Scuola di Eni per l'Impresa, per la formazione di imprese vocate alla sostenibilità, e ZERO, l’acceleratore clean-tech della rete nazionale di Cassa Depositi e Prestiti (CDP), che ci vede collaborare con CDP Venture, Lventure, ELIS, Acea, Maire Tecnimont e Microsoft nella promozione di iniziative di business riguardanti la transizione energetica, la decarbonizzazione e l’economia circolare. Dieci tra le migliori start up italiane hanno già iniziato qui il loro percorso di accelerazione e lancio sul mercato, come WindCity, esposta nella nostra installazione alla Maker Faire di quest’anno. L’obiettivo è arrivare ad avviare circa trenta realtà imprenditoriali nel prossimo triennio. In questo contesto architettonico nasce così un vero e proprio “Perimetro dell’Innovazione” in cui Eni potrà sviluppare e sperimentare nuove soluzioni in ambito energetico insieme ad altre imprese, start up, università e centri di ricerca. La vocazione industriale di quest’area, che l’aveva già resa motore di una nuova modernità, si sta preparando a divenire punto di riferimento per le nuove energie e punto di incontro per l’innovazione

Eni 2050. Road through Innovation: l’installazione

Il luogo scelto per questa edizione di Maker Faire - The European Edition ha un alto valore simbolico: negli stessi spazi in cui nei primi anni del Novecento la Roma industriale aveva avviato l’estrazione del gas dal carbone per dare energia all’industria e alla città, nasceranno progetti di innovazione tecnologica che contribuiranno al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. Durante la manifestazione un’installazione diffusa costituita da quattro totem racconta l’area come “Perimetro dell’Innovazione". Il primo totem, History, ripercorre la storia del Gazometro a cavallo tra l’era industriale e post-industriale, traendo ispirazione anche dal cinema che spesso lo ha scelto come scenografia, controcampo della Roma classica. Il secondo, l’hub Future, mostra la riqualificazione dell’area integrando questo progetto nella strategia più ampia di Eni attraverso un mix di linguaggi visivi classici e contemporanei. Il terzo totem, Strategy,  racconta le tecnologie Eni più all’avanguardia e propone alcuni episodi della serie The Yellow Sofa sul tema della transizione energetica come trasformazione tecnologica. Il quarto totem, Modification, riguarda il presente dell’area, e descrive Joule, la Scuola di Eni per l’Impresa, che l'ha scelta come suo headquarter. Un ultimo totem collocato al “Parco Stella” presenta una sintesi delle quattro installazioni.

 

img-widget-maker-faire-2021-provv.jpg

La piattaforma di Maker Faire Rome

Iscriviti gratuitamente per interagire con maker e innovatori, esplora i progetti e partecipa agli eventi in diretta.

Vai a #MFR2021 online

Resta aggiornato sulle novità

Ricevi la newsletter di eni.com e il mail alert.