136913298

E se domani, cinque scelte per recuperare il presente

Cinque incontri nelle città italiane con Fondazione Feltrinelli dedicati ai mutamenti della realtà contemporanea.

Un viaggio in Italia per costruire una riflessione collettiva

Eni è stata partner di Fondazione Giangiacomo Feltrinelli in E se domani. Cinque scelte per recuperare il presente, una serie di incontri che hanno coinvolto cinque città italiane: Milano, Napoli, Roma, Genova e Taranto. Durante ogni tappa è stato affrontato un tema prioritario per capire i mutamenti della realtà contemporanea: famiglie, scuola, città, ambiente e Sud. Insieme alle analisi di esperti italiani e internazionali, sono state presentate voci del territorio, esperienze di pratica e voci storiche, per comporre una riflessione collettiva su come ricostruire un’idea di comunità moderna, aperta e sensibile al cambiamento. Per immaginare un futuro sostenibile in cui ognuno abbia eque opportunità di formarsi, lavorare e fare impresa.

Un confronto a più voci

Ogni appuntamento di E se domani ha ospitato l’intervento di un keynote speaker, esperto di livello internazionale nel tema specifico dell’incontro. A Milano, sull’evoluzione delle famiglie nella società contemporanea, è intervenuta Erica Vernold Miller (Intellectual downplaying Research Hub). A Napoli, Bernard Stiegler (Filosofo, Direttore dell’Istituto di Ricerca e Innovazione del Centre Pompidou di Parigi) ha parlato dei cambiamenti in corso nella scuola. Il ruolo delle città negli scenari attuali è stato affrontato, nella tappa di Roma, da Richard Sennet (Senior Advisor to the UN on Climate Change and Cities / Columbia University). A Genova, l’importanza dell’ambiente per il mantenimento dell’equilibrio globale è stato analizzato da Timothy Morton (Rice University, Houston) e a Taranto, infine, Paul Collier (Blavatnik School of Government) ha approfondito il ruolo che il Sud potrebbe avere nei processi di trasformazione. Ad ogni tappa, i loro interventi sono stati arricchiti dal dialogo con esperti italiani e realtà attive nei territori coinvolti. Ogni incontro, inoltre, è stato accompagnato da worskhop tematici che presentavano esempi di applicazioni concrete e proprio a questi contesti abbiamo contribuito portando il punto di vista delle nostre persone, in particolare l’esperienza che abbiamo maturato con Joule, la scuola di Eni per l’impresa.

Tutte le tappe di E se domani

Dopo i primi incontri di Milano (16 gennaio) e Napoli (11 febbraio), dedicati a famiglie e scuola, e dopo una pausa di alcuni mesi imposta dalla pandemia, E se domani ha ripreso il suo percorso con le tappe di Roma (23 settembre) e di Genova (21 ottobre), dedicate rispettivamente ai temi della città e dell'ambiente. L'ultima tappa sarà a Taranto (3 novembre), dove si parlerà di Sud.

Eni e FeltrinelliCamp

Eni è presente anche al FeltrinelliCamp, workshop internazionale che nell’edizione 2020 si è tenuto sabato 3 e domenica 4 ottobre a Milano con il titolo Transformative economies: from the Circular Economy to the Green New Deal. Al centro delle riflessioni vi erano le “nuove economie” o economie trasformative, che sono state analizzate nella loro capacità di sostenere la riconversione ecologica e nuovi modelli di produzione, con l’obiettivo finale di proporre politiche per nuove infrastrutture e nuove filiere sostenibili. Proprio i temi della trasformazione e della circolarità, strategici anche per Eni, ci hanno portato a prendere parte all’evento intervenendo attivamente ai tavoli di lavoro. Nei due giorni di incontri, infatti, ci siamo confrontati con gli altri partecipanti sui temi proposti, condividendo le strategie e le attività di Eni nel campo della sostenibilità e raccontando il contributo multi-ambito di Joule, la scuola di Eni per l’impresa. È stato lo stesso Antonio Funiciello, Head of Joule, a rappresentare la Scuola nell’intervento di apertura del Camp.

FeltrinelliCamp: il format

Interamente in lingua inglese, FeltrinelliCamp consiste in due giorni di workshop e panel internazionali per giovani ricercatori, professionisti, comunità di pratica e comunicatori. I partecipanti sono giovani under 35 con background e provenienze geografiche differenti, scelti tra diversi candidati che rispondono a un bando internazionale sulla base di idee, progetti di ricerca, esperienze di studio e professionali. I lavori sono organizzati secondo temi e tavoli di lavoro. Le proposte elaborate dai vari gruppi vengono confrontate tra tutti i partecipanti e riportate a un panel finale, composto da policy-maker e attori del mondo economico e della ricerca. Le attività dell'edizione 2020 si sono svolte nella sede di Fondazione Feltrinelli in viale Pasubio 5 a Milano a Milano: sia in presenza sia con la possibilità di intervenire in videoconferenza. Il pubblico ha potuto seguire gli incontri di persona o in streaming sul sito di Fondazione Feltrinelli.

Fondazione Giangiacomo Feltrinelli

La Fondazione Giangiacomo Feltrinelli è uno dei maggiori centri europei di documentazione e ricerca nel campo delle scienze storiche, politiche, economiche e sociali che contribuisce a dare dignità al pensiero e alla riflessione sul mondo che ci circonda. Suo principale ambito di indagine sono le dinamiche del cambiamento, da cui partire per discutere e aggiornare formule di convivenza improntate a una maggiore equità.