184238895

Rinnovabili, è ora di fare scelte strategiche

Al di là delle operazioni di salvataggio finanziario dei sistemi energetici del passato, oggi servono investimenti ad hoc e decisioni programmatiche incentrate sulla transizione

di Francesco La Camera
09 novembre 2020
6 min di lettura
di Francesco La Camera
09 novembre 2020
6 min di lettura

Questo articolo è tratto da WE-World Energy n. 47 – Che mondo sarà?

È ora di sviluppare un sistema energetico globale adatto al futuro. Compiendo investimenti strategici e scelte programmatiche incentrate sulla transizione verso le energie rinnovabili, l’efficienza energetica e una maggiore elettrificazione possiamo rinvigorire la ripresa economica, incoraggiare lo sviluppo sostenibile e porre le basi per un sistema completamente decarbonizzato entro la metà del secolo. Anche se al momento il Covid-19 costituisce forse la minaccia più impellente, non possiamo dimenticare che il cambiamento climatico rimane la maggiore minaccia per l’umanità nel lungo periodo. Le nostre risposte alle due crisi devono rafforzarsi a vicenda. Collegare la ripresa economica nel breve termine a strategie a medio e lungo termine è di capitale importanza per stimolare le nostre economie e riportare le persone al lavoro, allineandoci al contempo all’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e agli obiettivi per il clima fissati dall’Accordo di Parigi.

Cosa serve per accelerare la via della decarbonizzazione

Siamo entrati in una fase decisiva della trasformazione energetica globale. Il primo Global Renewables Outlook, pubblicato da IRENA, ha indicato come trasformare il sistema energetico globale nel lungo termine in linea con l’Accordo di Parigi. Il rapporto conclusivo di IRENA dimostra la possibilità di ridurre le emissioni di CO2 legate all’energia entro il 2050, stimolando al contempo un ampio sviluppo socio-economico, incrementando la crescita del PIL, creando nuovi posti di lavoro e migliorando in generale il benessere degli individui. La stessa lungimiranza ha guidato anche la nostra Post COVID Recovery Agenda.

Oggi, politiche pubbliche e scelte di investimento possono dare slancio all’adozione di un cambiamento sistemico e realizzare la trasformazione energetica globale. La parola “investimento” è importante: non si tratta semplicemente di costi, ma di investimenti nel futuro collettivo e fattori essenziali di crescita economica, creazione (particolarmente necessaria) di posti di lavoro come pure resilienza e benessere sociale. Il capitale da investire per creare il futuro cui aspiriamo è a disposizione: di qui al 2030, infatti, sono previsti circa 10.000 miliardi di dollari di investimenti nel campo delle energie non rinnovabili.

Il segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, ha affermato che la ripresa dalla crisi del Coronavirus non deve riportarci semplicemente al punto in cui eravamo. Sono pienamente d’accordo; anzi, aggiungerei che invece di limitarci a riconfigurare il passato dovremmo piuttosto progettare un futuro possibile e più prospero.  

desktop image
mobile image

Riteniamo che un investimento di 2.000 miliardi di dollari nella transizione energetica possa dare una spinta all’economia durante la fase di ripresa 2021-23 e creare fiducia negli investitori per mobilizzare il finanziamento del settore privato (Figura 1). In questo processo l’innovazione è cruciale e investire nella promozione dell’innovazione per la transizione energetica genererà vantaggi importanti a livello tanto locale quanto globale. Oggi esistono nuove tecnologie interessanti potenzialmente in grado di condurci a un sistema energetico a zero emissioni nette entro la metà del secolo.

L’ idrogeno verde, per esempio, integrando rinnovabili e bioenergia, rappresenta una delle maggiori opportunità strategiche dei prossimi anni.
L’ onere non ricadrebbe esclusivamente sulle finanze pubbliche. I fondi pubblici possono fare leva finanziaria sugli investimenti privati secondo un coefficiente di 3 a 4 e andrebbero usati strategicamente per spingere nella giusta direzione decisioni di investimento e finanziamenti. E, dal momento che le tecnologie continuano a svilupparsi e i costi dell’energia elettrica rinnovabile scendono ulteriormente, la fonte più economica di nuova elettricità è sempre più spesso l’energia rinnovabile, il che offre un enorme potenziale di stimolo all’economia globale. Analogamente, investimenti di stimolo importanti avranno come conseguenza diretta una rapida creazione di posti di lavoro.

Attualmente, oltre 11 milioni di persone in tutto il mondo lavorano nel settore delle energie rinnovabili. Con l’investimento immediato che abbiamo delineato, entro il 2023 verranno creati altri 5,5 milioni di posti di lavoro (Figura 2). Nel prossimo decennio, aumentare su base annua la spesa pubblica e privata di energia a 4.500 miliardi di dollari potrebbe far crescere l’economia mondiale di un ulteriore 1,3 percento e creare 19 milioni di posti di lavoro aggiuntivi legati alla transizione energetica entro il 2030 (Figura 3).

desktop image
mobile image
desktop image
mobile image

La pandemia dimostra che siamo in grado di agire con fermezza

Le misure di stimolo possono accelerare le tendenze positive in atto. Per certi versi, la crisi del Covid-19 ha fornito un presagio inatteso della crescente emergenza climatica. Ma ha anche dimostrato che, collettivamente e con un obiettivo comune, siamo in grado di agire con fermezza. Ci troviamo a un bivio, ma le sfide sono chiare. Non si tratta solo di scegliere tra diverse tecnologie. Si tratta di scegliere a favore di un sistema energetico che è senza dubbio più pulito, ma anche più resiliente, prospero, equo e capace di affrontare le sfide che ci aspettano.

L’autore: Francesco La Camera

È il Direttore Generale dell’Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili (IRENA). Ha più di trent’anni di esperienza nei settori del clima, della sostenibilità e della cooperazione internazionale. In precedenza è stato Direttore Generale per lo Sviluppo Sostenibile, Danno Ambientale, UE e Affari Internazionali presso ministero dell’Ambiente italiano.