Le nostre attività in Bahrain

Nel 2018 la strategia di espansione ci ha permesso di acquisire sette nuove aree esplorative in Medio Oriente, di cui una nel Bahrain, dove operiamo nell’Exploration & Production da gennaio 2019.

cover-bahrain.jpg

Claudio Descalzi in Bahrain per discutere di transizione energetica

A giugno 2022, l’AD di Eni Claudio Descalzi e il Primo Ministro del Bahrain si sono incontrati per confrontarsi sull’andamento delle attività di Eni nel Paese, incentrate su produzione di gas e cattura della CO2, transizione energetica ed economia circolare. Durante l’incontro, a cui hanno partecipato anche il Presidente della Oil & Gas Holding Company Nogaholding e il Ministro del Petrolio e dell'Ambiente del Bahrain, si è discusso della cooperazione volta a rafforzare la partnership nell'ambito dello sviluppo sostenibile, integrando olio e gas con rinnovabili e altre iniziative di decarbonizzazione, con focus sullo sviluppo di un progetto di Carbon Capture Usage and Storage (CCUS) in collaborazione con Nogaholding. L’AD di Eni e il Presidente di Nogaholding si sono confrontati, inoltre, su ulteriori potenziali iniziative di cooperazione congiunta per l'ottimizzazione della produzione nelle strutture di deep gas, bioraffinazione e biofeed.

Claudio Descalzi Chief Executive Officer

Gli accordi per la diversificazione delle fonti energetiche

Lavoriamo in stretta sinergia con Paesi produttori, partner e istituzioni locali per differenziare progressivamente il nostro portfolio globale.

SCOPRI DI PIÙ

Investiamo in uno dei primi Paesi produttori nel Golfo

A maggio 2019 abbiamo firmato un memorandum d’intesa (MOU) con l’Autorità Nazionale per il petrolio e il gas del Paese che ha l’obiettivo di perseguire future attività di esplorazione nel Blocco 1, l’area offshore in gran parte inesplorata situata nelle acque territoriali settentrionali. Inoltre, a febbraio 2020 abbiamo firmato un nuovo memorandum d’intesa per consolidare la nostra presenza nel settore energetico del Paese. L'accordo estenderà la collaborazione tra Eni e l’azienda Tatweer Petroleum in aree di interesse reciproco, tra cui le energie rinnovabili, la fornitura di gas naturale liquefatto (GNL) e le attività di esplorazione. Per quanto riguarda il GNL, la collaborazione sarà orientata a un mix energetico più sostenibile ed efficiente volto a soddisfare le future esigenze energetiche del Bahrein.

Accordo con Eni Rewind per lo sviluppo di progetti di economia circolare

A gennaio 2021 la National Oil and Gas Authority del Regno del Bahrain NOGA e Eni Rewind, la nostra società ambientale, hanno siglato un accordo per collaborare alla promozione di iniziative congiunte finalizzate alla gestione, al recupero efficiente e al riutilizzo di acqua, suolo e rifiuti nel Paese,  in linea con gli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile.  Nel mese di ottobre è stato effettuato un assessment presso gli impianti petrolchimici e di raffinazione del Regno del Bahrain che ha individuato tre possibili aree di attività per Eni Rewind relative alla modellazione della falda, al waste management e all’esecuzione di test in campo della tecnologia proprietaria E-Hyrec®.

Albero della vita Bahrain

Il Bahrain e le basi dello sviluppo sostenibile

Eni contribuisce all'espansione energetica del Regno e al suo programma di transizione energetica, offrendo l'accesso all'esperienza tecnologica globale dell'azienda e soluzioni ambientali innovative

APPROFONDISCI