Medio Oriente

Grazie all’innovazione tecnologica, alla competenza scientifica e alla velocità di start up operiamo in un’area geografica strategica per lo sviluppo dell’industria energetica.

816341758

Accordi strategici e diversificazione: l’accesso all’energia è rapido

Le nostre sfide

Nel corso degli ultimi anni l'area mediorientale è diventata sempre più strategica per le nostre attività legate al business convenzionale. Siamo inoltre impegnati sul territorio nello sviluppo di progetti low-carbon volti a favorire la transizione energetica.

Eni si è affacciata nella regione fin dagli anni Cinquanta, grazie all’intraprendenza di Enrico Mattei che seppe creare collaborazioni eque e durature con i Paesi produttori. Negli ultimi anni abbiamo accresciuto la nostra presenza in quest’area, divenuta un hub strategico per le nostre attività. Regione storicamente leader globale della produzione Oil&Gas, con metà delle riserve provate globali di idrocarburi, il Medio Oriente cerca oggi di affermarsi come laboratorio mondiale delle nuove strategie e tecnologie, ripensando l’uso delle fonti tradizionali e sfruttando il potenziale delle rinnovabili. La volatilità del prezzo del greggio, accentuatasi in seguito allo storico shock di domanda innescato dalla pandemia da Coronavirus, e una transizione energetica che sta diventando prioritaria nei programmi di rilancio economico varati dai governi di tutto il mondo, hanno acuito nei Paesi del Golfo la necessità di diversificare le proprie economie e lo stesso contratto sociale, ancora troppo legato alla redistribuzione delle rendite petrolifere. Oltre alla necessità di ridurre la dipendenza dal settore Oil&Gas, i Paesi dell’area sono chiamati ad affrontare altre sfide importanti, come la complessiva ridefinizione dei modelli di sviluppo o l’avvio di nuove e più stabili forme di collaborazione tra i Governi e l’industria, così da coniugare crescita economica e innovazione tecnologica green, assicurando al contempo coesione e stabilità sociale.

La strategia

Siamo presenti nell'area lungo tutta la filiera dell’energia, dove operiamo in linea con la strategia di diversificazione economica e in ottica circolare, contribuendo alla decarbonizzazione del territorio anche grazie alla collaborazione con ADNOC con cui sviluppiamo tecnologie innovative.

Siamo protagonisti dello sviluppo delle risorse di gas del Levante mediterraneo, facendo leva sulle grandi scoperte in Egitto e sulle numerose altre iniziative nell’area, e investiamo in modo crescente per contribuire ai percorsi di decarbonizzazione dell’area. In linea con la strategia di diversificazione, anche geografica, del nostro portafoglio, dalla fine del 2017 abbiamo avviato una rapida espansione in Medio Oriente. Siamo protagonisti in progetti e iniziative lungo tutta la catena del valore, dall’esplorazione, allo sviluppo, dalla produzione alla raffinazione e al trading, in un’area geograficamente strategica, al centro delle principali rotte energetiche verso i mercati dell’Europa, dell’Asia e dell’Africa. Con l’ingresso negli Emirati Arabi Uniti, in Oman, in Bahrain e in Libano, oltre alla presenza consolidata in Iraq ed Egitto, rafforziamo il nostro approccio integrato e la resilienza del business. Negli Emirati Arabi Uniti, grazie alla fruttuosa partnership con ADNOC, nel 2019 abbiamo ulteriormente ampliato e diversificato il nostro portafoglio delle attività di raffinazione e trading e nel 2020 abbiamo lanciato un’importante collaborazione per lo sviluppo congiunto di iniziative di ricerca mirate alla realizzazione di soluzioni tecnologiche low-carbon avanzate per la riduzione, cattura, utilizzo o stoccaggio della CO₂. Stiamo inoltre affiancando ADNOC nei suoi progetti di elettrificazione da terra per alimentare, in sostituzione del gas, gli impianti produttivi dei giacimenti offshore con energie da fonti a minor impatto emissivo. Siamo proiettati verso il futuro dell’energia, e seguendo il nostro modello distintivo di collaborazione con i Paesi partner decliniamo il nostro impegno anche nella transizione energetica e nella valorizzazione dell’economia circolare. Proprio in quest’ottica abbiamo recentemente avviato una collaborazione per lo sviluppo di progetti di economia circolare in Bahrain, in particolare per il recupero efficiente di acqua, suolo e rifiuti.

Eni a Expo 2020 Dubai: Innovation means making things possible

Eni a Expo 2020 Dubai

Dal 1 ottobre 2021 al 31 marzo 2022 negli Emirati Arabi Uniti si svolge la prima Esposizione Universale in un Paese arabo, dove saremo presenti in qualità di Platinum Sponsor del Padiglione Italia.

550751577
2/2

Superficie netta sviluppata e non sviluppata in Medio Oriente nel 2020

al 31 dicembre 2020
18.680 km²
totale superficie netta negli Emirati Arabi Uniti
al 31 dicembre 2020
446km²
totale superficie netta in Iraq
152.898 km² totale superficie netta nel resto dell’Asia
al 31 dicembre 2020
2.858km²
totale superficie netta in Bahrain
al 31 dicembre 2020
1.461km²
totale superficie netta in Libano
al 31 dicembre 2020
58.955km²
totale superficie netta in Oman

Eni e ADNOC insieme per un’energia sostenibile nel futuro

applicabili al business grazie all'accordo firmato il 20 gennaio 2020
Studioprocessi
e tecnologie in tema di economia circolare
iniettata nei giacimenti per aumentarne il fattore di recupero e utilizzarla per lo stoccaggio
2iniziative
per migliorare la gestione della CO₂
R&S Progetti per la riduzione di CO₂ e per l’economia circolare
per la riduzione, cattura, utilizzo o confinamento in giacimenti delle emissioni di CO₂
1MoU
per lo sviluppo congiunto di iniziative di ricerca
con conseguenti effetti di decarbonizzazione sulla filiera idrocarburi
Nuovetecnologie
ad alta efficienza per la cattura della CO₂
in linea con la strategia di decarbonizzazione di Eni e con gli obiettivi di sostenibilità di ADNOC
Nuovesoluzioni
per guidare la transizione energetica

Gira il tuo smartphone per scoprire di più

I progetti nell’area

Sviluppiamo le attività di business sul territorio e promuoviamo una industrializzazione equa, responsabile e sostenibile.

3/3
129944565

Ghasha: idrocarburi negli Emirati Arabi Uniti

Il progetto consiste nei giacimenti Hail, Ghasha, Dalma e in altri campi offshore situati negli Emirati Arabi Uniti. 

ll progetto produrrà più di 1,5 miliardi di piedi cubi di gas al giorno con avvio previsto verso la metà del prossimo decennio. Il gas prodotto potrebbe soddisfare oltre il 20% della domanda di gas degli Emirati Arabi Uniti.

Scopri Ghasha
592647828

Salute e formazione in Iraq

Abbiamo avviato un progetto per migliorare la qualità dei servizi di ematologia, oncologia e di chirurgia del Basra Children’s Hospital. SDGs: 3

Attraverso la collaborazione con l’Istituto Gaslini di Genova stiamo provvedendo alla costruzione di un nuovo reparto e alla riabilitazione di impianti e sistemi esistenti.

Scopri il progetto
cover-ruwais-new.jpg

Ruwais: la raffinazione efficiente in EAU

Nel 2018 abbiamo acquisito il 20% della raffineria Ruwais di Abu Dhabi negli Emirati Arabi Uniti che ci consentirà una delle migliori opportunità di espansione presente sul mercato. 

La sua acquisizione, per esempio, consente di aumentare di circa il 35% la nostra capacità di raffinazione e migliora in misura significativa la produttività.

Scopri Ruwais

La nostra presenza

Operiamo in quest’area dagli anni Cinquanta. Le nostre attività si concentrano principalmente nel settore Upstream, ma grazie a importanti partnership stiamo rafforzando il nostro impegno anche in ambito Downstream.

758279701
cover-bahrain.jpg
485783025
1158357886
155072757
1000426546
Le nostre attività in Medio Oriente