Eurasia

Dalla Spagna al Kazakhstan, sviluppiamo le attività in Eurasia nell’esplorazione e nella produzione, nella raffinazione e nella vendita, nella chimica e nel settore Global Gas & LNG Portfolio.

La presenza globale di Eni

A cavallo tra due mondi per consolidare la strategia low-carbon

Le nostre sfide

Lavoriamo per rispondere al crescente fabbisogno di energia del continente con fonti a ridotto impatto ambientale, favorendo la transizione energetica e contribuendo al raggiungimento dei target di neutralità nei paesi in cui operiamo.

Un super-continente che comprende l’Europa e i Paesi dell’Asia centrale. Uno spazio immenso e multiforme, sin dalla fine degli anni Cinquanta al centro delle nostre attività. Questo territorio esteso su dodici fusi orari, con alle spalle un ruolo di primaria importanza nell’economia e nella politica mondiale, è oggi al centro delle trasformazioni e delle sfide del XXI secolo. Tra queste figurano per l’Unione europea la necessità di una nuova spinta propulsiva per rilanciare crescita e stabilità, intervenendo su infrastrutture e innovazione digitale, ma anche attraverso una rivoluzione verde, sotto la guida di un poderoso piano di rilancio economico e un ambizioso target di neutralità climatica al 2050. Dal punto di vista energetico e ambientale le principali sfide riguardano l’implementazione di nuove soluzioni tecnologiche a basse emissioni e l’approvvigionamento sicuro ed economicamente competitivo di energia, elemento fondamentale per sostenere lo sviluppo economico e industriale.

La strategia

Siamo in linea con la politica energetica e ambientale europea volta a realizzare un’economia sempre più basata su soluzioni rinnovabili e circolari. Con questo obiettivo abbiamo avviato sul territorio diversi progetti volti alla decarbonizzazione.

Mentre a Roma nel 1957 venivano firmati i trattati costituenti la Comunità economica europea, Enrico Mattei lavorava a un’idea di strategia energetica dell’Europa facendo dell’Eni un laboratorio di progetti. Anche oggi, attraverso l’integrazione, l’efficienza e l’innovazione, Eni si pone in linea con la nuova politica energetica e ambientale europea. Le nostre attività in Europa si concentrano nella vendita di prodotti e servizi energetici sempre più decarbonizzati, anche attraverso l’integrazione del parco rinnovabili con il nostro portafoglio di clienti, nella chimica da rinnovabili e nella bioraffinazione di carburanti sostenibili. A queste si affiancano le attività tradizionali di esplorazione e produzione di idrocarburi in paesi di presenza storici come la Norvegia o il Regno Unito, Paese in cui stiamo sviluppando importanti progetti di cattura e stoccaggio di carbonio in giacimenti esauriti, supportando così il suo percorso verso la neutralità carbonica e collaborando attivamente con il tessuto industriale locale. Eni infine contribuisce ad assicurare l’approvvigionamento di gas naturale dai principali partner energetici europei.

In Asia Centrale, Eni è attiva in Turkmenistan, dove è la sola compagnia energetica europea operante nel paese, e in Kazakhstan, dove dal 2017 è impegnata a promuovere lo sviluppo di progetti per la generazione di energia elettrica da fonti rinnovabili, grazie a importanti collaborazioni con altre società.

1070652968
2/2

Exploration & Production in Eurasia 2021

nel 2021
15mln boe
produzione Regno Unito
∽ 15 mln di boe idrocarburi produzione totale
al 31 dicembre 2021
53mln di boe
produzione in Kazakhstan
al 31 dicembre 2021
1.182km²
in Kazakhstan
in Kazakhstan
1.032mln boe
riserve certe di idrocarburi

Vendite di gas nel resto d’Europa

venduti sul territorio al 31 dicembre 2021
3,75mld di m³
nella Penisola Iberica
venduti sul territorio al 31 dicembre 2021
5,80mld di m³
in Francia
venduti sul territorio al 31 dicembre 2021
4,59mld di m³
in Turchia
28,01 mld di m³ venduti
venduti sul territorio al 31 dicembre 2021
3,47mld di m³
nel Benelux
venduti sul territorio al 31 dicembre 2021
2,65mld di m³
Regno Unito
0,69mld di m³
in Germania/Austria

Gira il tuo smartphone per scoprire di più

I principali progetti sviluppati in Eurasia

Operiamo utilizzando le soluzioni tecnologiche più avanzate e cercando di ridurre al minimo l’impatto sull'ambiente.

3/3
538342908

Badamsha: progetti eolici in Kazakhstan

Abbiamo avviato la produzione del parco eolico kazako di Badamsha 1, dalla capacità di 48 MW, a marzo 2020.

L’impianto è affiancato anche dal secondo parco eolico Badamsha 2, anch’esso da 48 MW totali.

Scopri Badamsha
577131242

Liverpool Bay: bioversità e stoccaggio CO₂

Il progetto avviato nel Galles, nel Regno Unito, ci ha permesso di preservare la biodiversità e di promuovere lo sviluppo locale. SDGs: 11,13,15

A Liverpool Bay abbiamo dato vita a un modello operativo con il quale abbiamo salvaguardato l’area e creato valore per tutti gli stakeholder coinvolti. Presto  realizzeremo in loco un sito di stoccaggio di anidride carbonica.

Scopri Liverpool Bay
cover-kashagan.jpg

Kashagan: olio e gas offshore in Kazakhstan

Il giacimento di olio e gas offshore è stato scoperto in Kazakhstan nel 2000.  Abbiamo avviato la produzione del primo olio nel 2013. 

Trattiamo il gas prodotto inviandolo alla compagnia di Stato nazionale, gestiamo le fasi di sviluppo del giacimento e l’upgrading delle strutture. 

 

Scopri Kashagan

La nostra presenza

Il nostro impegno nella transizione energetica si concretizza in Eurasia con la decisione di puntare sul gas e sullo sviluppo di nuove tecnologie che favoriscono la decarbonizzazione.

1283649863
871192368
924753518
1032316620
1062062060
1067562216
1046012462
605750550
1181579390
911284334
1154308060
530074113
1068391070
1062878646
1056033056
1124318634
140119010
545486231
1044464336
1074284090
1130494378
590858193
894405292
909519224
731853709
1079827790
920335610
1135825668

Una finestra sul mondo

Per comprendere un presente sempre più complesso è necessario abbandonare le visioni univoche sulla realtà. Diamo la parola alle voci più autorevoli del panorama geopolitico internazionale con l'obiettivo di guardare più lontano, anticipando il futuro.

L'abbondanza di energia
Storie

L’abbondanza di energia, anche per l’ambiente

Su tutti per ora vince il gas: i prezzi bassi hanno reso il suo utilizzo più conveniente, dunque il consumo cresce mentre rallenta il carbone.

diDavide Tabarelli
05 marzo 2020
5 min di lettura