come-li-comunichiamo.jpg

La brand identity di Eni

Una grande storia si accompagna sempre a un grande simbolo e un’identità precisa. Nel Cane a sei zampe ci sono innovazione, coraggio, ricerca: insomma, Eni.

Fedeli alla tradizione, aperti al futuro

Ci sono immagini, parole, segni distintivi che immediatamente portano la mente di tutti a un’azienda. Sono depositati nella memoria collettiva in maniera indelebile, diventano riconoscibili e innescano associazioni, idee, ricordi personali e perfino emozioni. Come il Cane a sei zampe, che costituisce la nostra brand identity: è un’immagine immediatamente riconducibile a Eni e ai suoi valori. È il simbolo di una storia fatta di fedeltà al passato con fiducia nel futuro, di coraggio, innovazione, concretezza.

 

Un’impronta italiana aperta al mondo

L’identità del marchio di Eni, nella sua definizione ed evoluzione, coniuga l’eccellenza del design italiano con la vocazione permanente all’internazionalizzazione dell’azienda. Racchiude in sé una filosofia aziendale incentrata sulla passione per l’innovazione tecnologica e il progresso, uniti a valori irrinunciabili come l’integrità, il rispetto per le persone e la salvaguardia dell’ambiente. Oggi l’azienda è una realtà dinamica, capace di aprirsi a un mercato sempre più competitivo senza dimenticare la tutela degli individui e del paesaggio. 

 

Il brand di Eni oggi, tra passato e futuro

Un’azienda proiettata verso il futuro che resta fedele alla sua storia e ai suoi valori: Eni, da sempre, rappresenta l’innovazione nel solco della tradizione. In questo senso, non è mai venuta meno la centralità di valori come il dialogo, la cooperazione e la cultura. Anche il suo marchio, il Cane a sei zampe è chiamato a confrontarsi con una pluralità di significati ben più ampia rispetto al passato e dimostra oggi il suo pieno potenziale, perché riesce a mantenere il legame con una storia di oltre sessant’anni fatta di sfide e successi sempre nuovi. Questa sintesi delicata e indispensabile è sempre alla base delle campagne di comunicazione istituzionale che vengono proposte da Eni. L’ultimo esempio è Eni +1.

 

Eni +1: la campagna istituzionale del 2019

I cambiamenti climatici sono al centro delle preoccupazioni di tutti, mentre la popolazione mondiale nel 2040 supererà i 9 miliardi e la domanda di energia continuerà a crescere. Eni è un’impresa dell’energia ed è consapevole di dover guardare al futuro assumendosi grandi responsabilità. Siamo di fronte a una grande sfida, che ci impone di intervenire attivamente nel contrastare i cambiamenti climatici che incidono sempre di più sulla vita di tutti i giorni, attraverso un’accurata strategia integrata che si concretizza nel nostro percorso di decarbonizzazione, attraverso azioni, innovazioni, tecnologie e progetti. Per cambiare davvero il corso delle cose occorre che tutti – aziende, istituzioni, cittadini – facciano la propria parte. È una sfida che riguarda tutti, e che solo con il contributo di ciascuno può essere vinta. 

In prima linea per un futuro low-carbon

Questa è l’idea alla base della campagna “Eni +1” con cui Eni, consapevole di essere in prima linea per un futuro low-carbon, condivide le proprie innovazioni e i propri progetti sostenibili e circolari e, insieme, invita il pubblico ad agire nella quotidianità, indicando alcuni gesti virtuosi che possono contribuire a cambiare il futuro del nostro pianeta. Una chiamata collettiva all’azione che è riassunta dal claim “Insieme, abbiamo un’altra energia”, dove “altra” significa diversa, maggiore, più efficace.

 

Insieme verso il futuro

Eni +1, in questo senso, è in linea con lo spirito e gli obiettivi che da sempre animano le campagne istituzionali del Cane a sei zampe: essere al centro del tempo in cui vengono lanciate, diffondere i valori in cui crediamo e che pratichiamo, sensibilizzare i cittadini, tutti, e non solo i nostri clienti a camminare insieme a noi nella direzione migliore per tutti.