Pala eolica nel mare

Le rinnovabili al centro della nostra strategia

Le energie ottenute da fonti rinnovabili come il solare, l’eolico e il moto ondoso, definite green, sono sempre più presenti nelle nostre attività perché fondamentali per raggiungere la neutralità carbonica.

Eni e IRENA insieme per la neutralità carbonica al 2050

Il 30 settembre 2021 Eni e l’Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili (IRENA) hanno firmato un accordo di partnership triennale, che punta alla collaborazione per la promozione delle energie rinnovabili e per accelerare la transizione energetica. Un accordo sottoscritto nei giorni in cui Milano ospita la "Pre-COP 26", evento che riunisce i ministri del clima e dell’energia di un gruppo selezionato di Paesi.

Firma accordo ENI-IRENA

L’accordo, sottoscritto dall’Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi, e dal Direttore Generale dell’Agenzia Internazionale per le energie rinnovabili (IRENA), Francesco La Camera, punta a facilitare il dialogo e la condivisione delle rispettive esperienze per accelerare la transizione energetica e lo sviluppo delle energie rinnovabili nei paesi esportatori di combustibili fossili, identificare gli ostacoli agli investimenti del settore privato nelle energie rinnovabili nei paesi in cui Eni opera e favorire soluzioni in coordinamento con i governi. Tra gli obiettivi comuni anche la promozione dell’inclusione delle energie rinnovabili nei percorsi di decarbonizzazione dei paesi membri dell’agenzia internazionale dove siamo presenti, con particolare focus su biocarburanti, energia marina e rinnovabili offshore.

Eni e IRENA insieme si impegnano, infatti, per l’integrazione del continente africano nella catena del valore dei biocarburanti: iniziative di capacity building istituzionaleagribusiness e di sviluppo industriale destinate alla produzione di biofuel avanzati favoriranno la decarbonizzazione del settore dei trasporti contribuendo all’aumento delle opportunità di sviluppo.

Claudio Descalzi primo piano

L'accordo con IRENA è un passo avanti nell'impegno di Eni di raggiungere le zero emissioni nette entro il 2050, facendo leva sulle rinnovabili e su altre soluzioni tecnologiche e industriali per affrontare con successo la transizione energetica.

Claudio Descalzi
PDF 229.56 KB

Un progressivo aumento della capacità installata

L’evoluzione di Eni ha le energie rinnovabili al centro della propria strategia e si pone l’obiettivo di raggiungere i 60 GW di capacità installata entro il 2050. Partendo da 1 GW tra capacità installata e in fase di sviluppo nel 2020, abbiamo suddiviso il percorso in tappe precise che abbiamo anticipato nel Piano Strategico di Lungo Termine al 2050. Anche questo impegno crescente nelle energie green fa parte della trasformazione che stiamo vivendo dal 2014 e contribuisce ad avvicinarci al traguardo più ambizioso: raggiungere la totale decarbonizzazione di tutti i nostri prodotti e processi entro il 2050.

Grazie a questo impegno, la nostra produzione di energia da fonti rinnovabili è passata da 11,6 GW/h nel 2018 a 60,6 GW/h nel 2019, per poi raggiungere i 339,6 GW/h nel 2020.

Rinnovabili più vicine al consumatore

Lo sviluppo e la crescita delle rinnovabili sono l’obiettivo di Energy Evolution, una delle due Direzioni Generali che compongono la nostra struttura organizzativa. Per  massimizzare la generazione di valore lungo l'intera catena dell'energia verde e rafforzare ulteriormente integrazione e sinergie, abbiamo deciso di fondere il business delle rinnovabili con quello retail di Eni gas e luce.  In questo modo contiamo di rifornire più efficacemente i nostri clienti con energia rinnovabile di nostra produzione.

A marzo 2021, inoltre, insieme a CDP Equity abbiamo costituito GreenIT, una nuova joint venture per lo sviluppo, la costruzione e la gestione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili in Italia. La finalità è produrre energia principalmente da impianti fotovoltaici ed eolici, con l’obiettivo di raggiungere la capacità installata di circa 1.000 MW entro il 2025, grazie a investimenti cumulati nel quinquennio per oltre € 800 milioni.

1077316194
1/1

Sulla strada delle rinnovabili

Risultato confermato nella Relazione Finanziaria Annuale 2020
1GW
Cap. installata e in sviluppo nel 2020
Obiettivo confermato nel Piano Strategico di lungo termine al 2050
>6GW
Cap. installata e in sviluppo nel 2025
60 GW Capacità installata da rinnovabili nel 2050
Obiettivo confermato nel Piano Strategico di lungo termine al 2050
5GW
Capacità installata da rinnovabili nel 2024
Obiettivo confermato nel Piano Strategico di lungo termine al 2050
>15GW
Capacità installata da rinnovabili nel 2030
Obiettivo confermato nel Piano Strategico di lungo termine al 2050
>25GW
Capacità installata da rinnovabili nel 2035

Gira il tuo smartphone per scoprire di più

Siamo uno dei principali operatori nell’eolico in Italia

Considerando l’insieme dei progetti in via di acquisizione e realizzazione, abbiamo raggiunto i 350 MW di capacità eolica installata in Italia connessa alla Rete di Trasmissione Nazionale, divenendo uno dei principali operatori nel Paese. A luglio 2021 abbiamo firmato un accordo per l’acquisizione dalle società Glennmont Partners e PGGM Infrastructure Fund di tredici campi eolici onshore in Italia, per una capacità complessiva di 315 MW già in esercizio. Il portafoglio acquisito è composto da 256 aerogeneratori entrati in esercizio fra il 2009 e il 2016 e localizzati in Sicilia, Puglia, Basilicata e Abruzzo. Nel complesso, questi impianti soddisfano il fabbisogno energetico di circa 200 mila famiglie italiane in un’ottica di energy management integrato. L’accordo comprende anche l’acquisizione di un team di grande esperienza, che garantirà la continuità nella gestione degli impianti e l’ulteriore sviluppo del portafoglio. A giugno 2020, inoltre, abbiamo acquisito da Asja Ambiente Italia tre parchi eolici previsti nel Comune di Laterza, in Puglia, per una potenza complessiva pari a 35,2 MW e una produzione annua stimata di circa 81 GWh. I tre impianti sono in corso di costruzione (vedi bozza ultimo cs) e, una volta in funzione, saranno costituiti da sedici aerogeneratori da 2,2 MW

Una rete di progetti con una visione globale

Stiamo avviando impianti eolici e fotovoltaici in Italia e nel mondo, grazie ad accordi e collaborazioni con partner strategici.

Solare ed eolico in Kazakhstan

A marzo 2021 abbiamo inaugurato i lavori di costruzione di un impianto fotovoltaico da 50 MW nel sud del Kazakhstan, attraverso la controllata locale Arm Wind LLP. L’impianto è il nostro primo grande investimento nel Paese nella produzione di energia solare. La nuova centrale coprirà un'area di 100 ettari, dove saranno installati più di 100.000 pannelli fotovoltaici e una nuova sottostazione elettrica collegata alla rete locale tramite una nuova linea elettrica aerea lunga circa sette chilometri. Una volta in funzione, il nuovo impianto consentirà una riduzione delle emissioni di gas serra di circa 1,2 milioni di tonnellate di CO2 equivalente per tutta la durata dell'impianto, contribuendo alla progressiva decarbonizzazione del settore elettrico del Kazakhstan e sostenendo l'ambizioso obiettivo del Paese di produrre il 50% della propria energia da fonti rinnovabili fonti entro il 2050. Sempre in Kazakhstan, a marzo 2020 abbiamo avviato la produzione commerciale del parco eolico di Badamsha, un impianto da 48 MW e con una produzione annua di circa 195 GWh, che consente un risparmio complessivo di 170.000 tonnellate di CO2 all'anno. Badamsha è il nostro primo parco eolico e ora siamo impegnati nei lavori per la seconda fase del progetto, per una capacità aggiuntiva di 48 MW.

Insieme a X-Elio in progetti strategici sulle rinnovabili in Spagna

A febbraio 2021 abbiamo siglato un accordo con X-Elio per l’acquisizione di tre progetti fotovoltaici nel sud della Spagna per una capacità complessiva di 140 MW. In questa cornice, stiamo avviando una collaborazione strategica per lo sviluppo di progetti di energia verde in Spagna, dove puntiamo a ottenere una crescita pari a 1 GW nei prossimi cinque anni, contribuendo al raggiungimento dell’obiettivo di 5 GW di capacità installata da rinnovabili entro il 2025. Azienda leader nelle energie rinnovabili a livello globale, X-Elio ha una presenza importante in Spagna, dove ha già realizzato progetti da oltre 1 GW, a cui si sommano progetti da 250 MW in fase di costruzione, un accordo a lungo termine per l’acquisto di elettricità (PPA) da oltre 650 MW e oltre 1,5 GW in fase di sviluppo. Oltre a consolidare la nostra presenza nel mercato spagnolo, questa collaborazione ci permette di integrare i business attivi in questa regione.

Con Falck Renewables per le rinnovabili negli USA

A dicembre 2019 abbiamo firmato un accordo strategico con Falck Renewables per lo sviluppo congiunto di progetti di energia rinnovabile negli Stati Uniti d’America. In questo modo abbiamo creato una piattaforma unica per mettere a sistema le rispettive competenze nei diversi ambiti tecnici, con l’obiettivo comune di sviluppare, costruire e finanziare nuovi progetti nel solare fotovoltaico, nell’eolico onshore e nello stoccaggio. Ad agosto 2020 questa collaborazione si è arricchita di un ulteriore accordo per l’acquisizione di 62 MW di impianti eolici e solari in esercizio e fino a 160 MW di progetti eolici in sviluppo negli Stati Uniti. La produzione di questi impianti in esercizio contribuirà a compensare oltre 93.000 tonnellate di CO₂ all'anno. Un ulteriore progetto solare da 30 MW, infine, verrà acquisito grazie a un accordo firmato a novembre 2020. Una volta entrato in esercizio, questo impianto fornirà energia green a una utility regionale che la distribuisce a famiglie e industrie, evitando oltre 33.000 tonnellate di CO₂ all’anno.

Dati operativi selezionati

Grafici e tabelle interattivi

 

Partnership di alto livello con i Paesi in cui operiamo

Il nostro impegno nelle energie rinnovabili è complementare rispetto al business tradizionale, e anno dopo anno stiamo realizzando con successo elementi di efficienza, valore e sinergie. È su queste basi che abbiamo definito un modello di business per lo sviluppo delle energie rinnovabili che si fonda su alcuni vantaggi competitivi davvero peculiari, potendo contare sulla presenza globale di Eni e su un ampio portafoglio di asset industriali, nonché un’attitudine consolidata alla ricerca e allo sviluppo, spesso rafforzata da partnership con università importanti, come il MIT o i Politecnici di Milano e Torino.

Sicuramente, infine, ci aiutano l’abitudine a costruire prodotti e processi su larga scala, che per le rinnovabili sono particolarmente importanti, nonché la capacità di attivare diversi tipi di leve finanziarie, numerose e flessibili, in base alla natura dei progetti e alla loro posizione geografica, in modo da sfruttare al meglio il sole e il vento dei paesi in cui operiamo. Esemplificativo di questo potenziale è l’importante sviluppo delle rinnovabili in un paese da sempre target per gli idrocarburi e per Eni, come l’Algeria. La maggior parte dei nostri progetti all’estero si concentra peraltro in Africa, ma stiamo lavorando anche in Spagna, negli USA e in Pakistan1, Kazakhstan e Australia. La sfida di fornire energia conveniente e pulita in tutta una nazione è più complessa nelle nazioni più povere e vulnerabili del mondo, che ottengono risultati fino a sei volte peggiori rispetto ai paesi più industrializzati in termini di accesso alle energie pulite, secondo i dati raccolti delle Nazioni Unite.

Note

(1) A marzo 2021 abbiamo raggiunto un accordo per la cessione delle nostre quote nelle attività in Pakistan a Prime International Oil & Gas Company, una società di nuova costituzione formata da un team di ex dipendenti locali di Eni e da Hub Power Company Ltd, il principale produttore di energia elettrica pakistano.

L'impegno per perseguire gli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell'Onu

La nostra storia è naturalmente legata agli idrocarburi. Ma questo non ci impedisce di guardare all’energia pulita di oggi e di domani con interesse, impegno, e realizzando importanti investimenti. In particolare, l’obiettivo n. 7 per lo Sviluppo Sostenibile dell’Onu, iscritto nell’agenda per il 2030 entrata in vigore nel 2016, impegna tutti a lavorare per conseguire l’accesso universale a fonti di energia convenienti e pulite. Questo obiettivo è fondamentale in sé ed è la base per il conseguimento degli altri obiettivi previsti dall’agenda. Abbiamo deciso di unire il business delle energie rinnovabili con quello retail di Eni gas e luce nella nuova direzione generale Energy Evolution per massimizzare ulteriormente la generazione di valore lungo l'intera catena dell'energia verde e supportare i nostri obiettivi di decarbonizzazione Scope 3 che riguardano le emissioni prodotte a monte e a valle delle nostre attività. In questo modo, contiamo di rifornire più efficacemente i nostri clienti con energia rinnovabile di nostra produzione. Questo nuovo assetto organizzativo ci rende uno dei principali operatori retail green nel mercato europeo con 15 milioni di clienti e 15 GW di capacità installata entro il 2030.

Due principali categorie di progetti

Il nostro modello integrato comprende due principali categorie di progetti:

  • Progetti Brownfield, nei quali si genera energia rinnovabile in prossimità degli impianti Eni, al fine di sfruttare tutte le sinergie contrattuali, logistiche e industriali
  • Progetti Greenfield, sono nuovi progetti non collegati alle aree industriali Eni, e la cui funzione è la generazione di energia rinnovabile finalizzata alla vendita di energia a clienti industriali o alla rete locale.

Resta aggiornato sulle novità

Ricevi la newsletter di eni.com e il mail alert.