Overview

Eni Movies, l’Archivio audiovisivo di Eni
La raccolta di Eni comprende tutta la documentazione cinematografica e video-audiomagnetica su diversi supporti. Il materiale, articolato finemente per contenuti e tipologia, offre una panoramica dello sviluppo di Eni. Nei documentari si narrano le dinamiche aziendali che hanno portato Eni a investire sul metano e sulla costruzione della rete dei metanodotti. Grazie ai filmati è possibile documentarsi sul lavoro dei tecnici e sulla presenza di Eni in aree geografiche complesse, ma anche sulla figura di Enrico Mattei e sui dirigenti Eni che hanno contribuito allo sviluppo dell’azienda.

I registi italiani raccontano Eni

Bernardo Bertolucci, Gillo Pontecorvo e Folco Quilici sono solo alcuni dei grandi registi che hanno saputo raccontare la storia di Eni e il mondo dell'energia in modo senza dubbio originale. Oltre al materiale cinematografico, nell’Archivio storico aziendale è conservata anche una notevole quantità di audiovisivi. Si va dagli spot pubblicitari ideati per lanciare sul mercato la benzina Supercortemaggiore, nota per lo slogan “Il cane a sei zampe, fedele amico dell'uomo a quattro ruote” di Ettore Scola, alle registrazioni sonore dei discorsi di Enrico Mattei, ai cinegiornali degli anni Cinquanta fino alle registrazioni delle più recenti Assemblee degli Azionisti. Fino ai lungometraggi, come “Gli uomini del petrolio”, primo premio per il miglior documentario alla VI Rassegna nazionale del cinema industriale a Genova nel 1965, “Trasmed: un gasdotto in mare profondo”, medaglia d'argento nel 1983 alla Rassegna Cinematografica Internazionale Mercurio Sansovino di Venezia, “Agip Dimensione Mare”, primo premio assoluto nel 1985 alla 25° rassegna Internazionale dei Documentari cinetelevisivi di Milano.

Gli autori di Eni, da Moravia a Sciascia

La ricchezza di questo patrimonio è legata anche ai nomi dei registi e degli autori che hanno realizzato e diretto i lavori, offrendo la possibilità di studiare e comprendere lo sviluppo e i cambiamenti della strategia di comunicazione di Eni e delle sue società dai primi anni Cinquanta a oggi. È stato Enrico Mattei, intorno alla metà degli anni Cinquanta del secolo scorso, a scegliere il cinema quale strumento ideale per raccontare le attività di Eni e arrivò persino a realizzare un vero e proprio Ufficio Cinema interno all’azienda. “L'Italia non è un paese povero” dell'olandese Joris Yvens, che contiene un commento dello scrittore Alberto Moravia, “Ritratto di una grande impresa” di Giacomo Vaccari, impreziosito dai testi di Gian Gaspare Napoletano, mentre “Gela antica e nuova”, che vede tra gli autori Leonardo Sciascia.

Gli spot con Vittorio Gassman e Raffaella Carrà

Lo stretto legame con l'industria culturale italiana non s'interruppe con la fine della presidenza Mattei. L’Archivio conserva resoconti filmati, realizzati dai tecnici dell'Agip alla fine degli anni Cinquanta in diverse regioni dell'Africa e del Medio Oriente per documentare lo stile di vita delle popolazioni locali, le loro abitudini e le caratteristiche del territorio oltre alla raccolta dei cinegiornali. E ancora le inaugurazioni degli impianti, le visite di personalità italiane e straniere, i convegni, le fiere. Fino ad arrivare agli spot pubblicitari realizzati per la televisione interpretati da celebri attori del cinema, del teatro, della televisione, tra i quali Dario Fo e Franca Rame, Vittorio Gassman, Franca Valeri, Gabriele Ferzetti, Alberto Bonucci, Raffaella Carrà.

I discorsi di Enrico Mattei

Nell’Archivio sono inclusi anche materiali sonori su diversi supporti. Si tratta di circa un centinaio di pezzi riconducibili a quattro diverse famiglie di contenuti. Si possono trovare i discorsi di Enrico Mattei e di personalità politiche registrati in occasioni di visite o inaugurazioni (su dischi 78 giri in vinile), i messaggi dei familiari di personale Eni impiegato all'estero (trasmessi via radio, negli anni Cinquanta, grazie ad un accordo con la Rai), alcune interviste fatte ad ex dirigenti di Eni (interamente trascritte) e infine le più recenti registrazioni delle assemblee degli azionisti.

Scopri la playlist Eni Ritratto di una grande impresa sul canale Youtube

Voci collegate

Le fotografie dell’Archivio storico di Eni

L’archivio fotografico di Eni è suddiviso in più fondi: la storia per immagini di un’azienda innovativa.

Le riviste storiche di Eni

“Gatto Selvatico” ed “Ecos” sono le riviste aziendali di Eni. Vi hanno collaborato alcuni degli scrittori italiani più importanti.

I fondi dell’Archivio storico di Eni

L’Archivio Storico di Eni raccoglie migliaia di documenti sull’attività del Gruppo prodotti dall’inizio agli anni Ottanta del Novecento.
Back to top